Uragano Hermine sta impattando la Florida, paura fra la popolazione

Proprio in queste ore, l’uragano Hermine sta facendo landfall impattando sulle coste della Florida settentrionale, negli Stati Uniti d’America.

Si tratta del primo uragano (precedentemente tempesta tropicale) che arriva nello stato in 11 anni. L’uragano è di categoria 1 porta venti fin’oltre i 120 km/h. Il governatore della Florida Rick Scott ha parlato dell’elevato pericolo causato dalla violenta tempesta, che già nelle ore precedenti al suo arrivo a terra aveva provocato allagamenti in diverse città costiere e centinaia di black out locali.

Seimila agenti della Guardia nazionale sono stati mobilitati preventivamente nelle aree più a rischio e la polizia ha chiesto agli abitanti delle zone costiere e delle isole più basse e a rischio di inondazione di spostarsi. Diverse persone hanno prenotato camere di albergo in zone non a rischio, nel caso l’uragano lasci le loro case senza corrente per qualche giorno. L’uragano Hermine, che si sposta a una velocità di circa 22 chilometri all’ora, dovrebbe produrre dai 25 ai 50 centimetri di pioggia tra la Florida e la Georgia, per poi perdere intensità e diventare una tempesta tropicale: il momento peggiore e più pericoloso dovrebbe essere quello delle prime 12-24 ore dall’arrivo sulla costa dell’uragano.

Ecco un’immagine satellitare di oggi: l’uragano sta generando il suo landfall (impatto con la terraferma)  lungo la costa di Apalachee Bay

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Sciame sismico al Centro Italia: comunicato pubblicato dalla Protezione Civile
  • Allerta meteo Protezione Civile per domenica 22 gennaio 2017 : emessa criticità massima
  • Sequenza sismica Campobasso : altre due lievi scosse di terremoto oggi tra Vinchiaturo e Baranello
  • CONFERMATO il rinforzo delle correnti occidentali sull’Europa, ecco le conseguenze sul Mediterraneo
  • News del sabato: prima l’instabilità, poi un rinforzo delle correnti occidentali?
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti