Clima : concentrazioni di CO2 a livelli record in atmosfera. È una nuova era climatica

Dopo il clamoroso verdetto del 2016 considerato come l’anno più caldo di sempre, ne arriva un altro ugualmente negativo che lascia ben immaginare in quali condizioni si trova attualmente il nostro pianeta.

I dati diffusi direttamente dall’Organizzazione Mondiale della Meteorologia mostrano un nuovo pericoloso primato : il 2015 è risultato il primo anno della storia dell’umanità in cui la presenza di anidride carbonica (CO2) in atmosfera ha superato in maniera stabile i 400 ppm ( parti per milione). Quindi non parliamo di una singola e momentanea “impennata” sopra la soglia dei 400, bensì di un superamento pressocchè definitivo.

Fra le cause di questa clamorosa impennata della concentrazione di anidride carbonica troviamo l’inquinamento umano e il fenomeno del “El Niño” (riscaldamento delle acque superficiali dell’Oceano pacifico) che ha condizionato nettamente il clima mondiale negli ultimi anni. Però ora che questa fase si è interrotta la situazione non è per nulla cambiata. Le concentrazioni di anidride carbonica restano ancora elevatissime e costantemente superiori alla soglia.

I livelli di anidride carbonica avevano precedentemente già raggiunto la soglia dei 400 ppm per alcuni mesi dell’anno e in certi luoghi, ma mai prima d’ora su una base media globale per l’intero anno, spiega l’Omm, precisando che le concentrazioni di CO2 resteranno al di sopra di 400 ppm per l’intero 2016 e non scenderanno sotto tale livello per molte generazioni. Insomma l’inquinamento prodotto negli ultimi decenni si sta facendo fortemente sentire in tutta la nostra atmosfera e porterà all’innesco di una nuova era climatica nonostante non si tratti di uno dei fattori principali delle modifiche climatiche. 

Dei cambiamenti sicuramente ci sono stati a livello tecnologico negli ultimi anni, come le tecnologie green e gli investimenti sulle energie rinnovabili, ma ciò non basta per ottenere immediato riscontro sulla pessima salute in cui versa la nostra atmosfera. Purtoppo per osservare effetti concreti bisognerà ancora aspettare degli anni.

Il segretario generale dell’Omm, Petteri Taalas, presentando il nuovo studio ha elogiato la recente intesa raggiunta a Kigali per modificare il Protocollo di Montreal ed eliminare gradualmente gli idrofluorocarburi, potenti gas serra, “ma – ha ricordato – il vero elefante nella stanza è l’anidride carbonica che rimane nell’atmosfera per migliaia di anni e negli oceani ancora più a lungo. Se non si affrontano le emissioni di CO2 non saremo in grado di affrontare i cambiamenti climatici e di mantenere l’aumento della temperatura al di sotto dei 2 gradi centigradi rispetto al livello dell’era pre-industriale”.

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Sicilia : lieve scossa di terremoto tra Adrano, Ragalna, Biancavilla, Bronte (Etna)
  • Meteo Lombardia, Milano: previsioni Immacolata, attese nebbie e foschie
  • Meteo Lazio, Roma: previsioni per l’Immacolata, come sarà?
  • L’aria FREDDA continentale lambirà l’Italia in più di un’occasione
  • METEO A 7 GIORNI: il grande anticiclone protagonista d’Europa in questo scorcio dicembrino, poi…
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti