INGV: 700 scosse dal violento terremoto di Mercoledì

Proseguono con grande frequenza le scosse di terremoto nell’are della sequenza sismica in corso, sull’Appennino centrale fra Umbria e Marche.

Secondo le rilevazioni dell’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, le repliche del terremoto di Mercoledì 26 ottobre fra Perugia e Macerata sono quasi 700. Dopo quella delle 19,22 di ieri non sono avvenute altre scosse di magnitudo superiore a 4,0.

Considerando il legame fra il terremoto del 26 ottobre e quello nel Reatino del 24 agosto, è stata calcolata in 17.800 la somma complessiva delle repliche dei due terremoti, ha detto il sismologo Massimo Cocco, dell’Ingv. Di queste repliche, sono state due quelle di magnitudo superiore a 5,0, 15 quelle di magnitudo compresa fra 4,0 e 5,0 e 250 quelle di magnitudo compresa fra 3,0 e 4,0.

Alle ore 11.12 di stamane, intanto, nuova moderata scossa magnitudo 3,4 della scala Richter, con epicentro su Visso (Macerata, Marche).

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto in Abruzzo: sequenza di scosse al confine con le Marche, epicentro su Valle Castellana
  • Terremoto al Centro Italia: scossa nettamente avvertita fra Ascoli Piceno, Teramo
  • Terremoto violento nel Pacifico, superata allerta tsunami
  • MODELLO EUROPEO: il rinforzo del vortice canadese, quali conseguenze sul tempo d’Europa?
  • L’anticiclone sull’Europa sino a metà dicembre, poi…
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti