Allerta meteo Puglia: allerta di livello 2 emanata per rischio fenomeni estremi

Allerta meteo Puglia/ Ultime ore di Sole in Puglia a causa dell’imminente arrivo dell’intensa perturbazione che ieri ha colpito il centro Italia.

Il tempo tenderà rapidamente a peggiorare nel corso del pomeriggio su gran parte della regione, ma in maniera particolare sui settori centro-meridionali pugliesi dove ci aspettiamo i fenomeni più intensi.
Stando alle elaborazioni emanate dal centro meteorologico estofex ( centro europeo specializzato nei fenomeni violenti) sulla Puglia c’è un rischio di livello 2 (su scala da 1 a 3) di fenomeni estremi come nubifragi, trombe d’aria e anche grandinate.

SITUAZIONE – Una saccatura colma di aria artica sta sprofondando sul Mediterraneo centro-occidentale e sul nord Africa andando a creare contrasti notevolissimi sulle nostre regioni meridionali, attraversate in pieno dal richiamo mite e fortemente instabile alle medio-alte quote proveniente da sud-ovest (libeccio). Venti totalmente opposti invece al suolo e nei bassi strati, dove troviamo una ventilazione fresca dai quadranti nord-occidentali che entrerà in convergenza con quella di scirocco che soffierà sul mar Ionio.
Alle alte quote invece  le correnti sostenute di libeccio sia a 500hpa che a 300 hpa (corrente a getto) subiranno un accelerazione in corrispondenza del sud Italia e soprattutto tenderanno a divergere fra di loro (al contrario dei venti al suolo che invece tenderanno a convergere fra di loro). Con la divergenza verrà a crearsi un “vuoto d’aria” in alta quota in corrispondenza del sud Italia, specie fra Sicilia centrale, Calabria centro-settentrionale, salernitano, Basilicata e Puglia centro-meridionale, che sarà colmato per forza di cose con un poderoso richiamo di aria calda dai bassi strati. L’imponente risalita di aria calda verso le alte quote provocherà la condensazione immediata della massa calda innescando lo sviluppo di forti temporali lungo un asse di oltre 400 km.
Inoltre bisogna considerare che non ci troviamo davanti ad un sistema in movimento, bensì ad uno semi-stazionario. Ciò implica che potrebbero svilupparsi forti temporali stazionari e rigeneranti che potrebbero riversare al suolo ingenti quantità di pioggia (accumuli > 100mm). La violenza dei temporali, determinata dalla notevole energia presente nei bassi strati (CAPE superiore ai 1400 J/Kg sullo Ionio e umidità elevatissima nei bassi strati) e dalle intense correnti divergenti alle alte quote, potrebbe generare fenomeni estremi come grandinate e trombe d’aria lungo l’asse principale che attraverserà il sud Italia.

SITUAZIONE IN PUGLIA – Il peggioramento del tempo avrà inizio nel pomeriggio quando l’instabilità crescerà sensibilmente su tutta la Puglia centrale ( fra barese e tarantino). Qui possibili rovesci e primi temporali di forte intensità. L’instabilità crescerà col passare dei minuti e raggiungerà l’apice stasera su tutta la Puglia centro-meridionale.
Possibilità molto alta di fenomeni estremi fra barese e tarantino nel corso della sera e, fra brindisino e leccese nel corso della notte.
I temporali potrebbero risultare stazionari, ovvero persistenti per diverse ore, tanto da riversare al suolo ingenti quantità di pioggia, anche superiori ai 100 mm. Inoltre possibilità alta di grandinate specie fra barese e tarantino, oltre che forti colpi di vento e trombe d’aria in grado di provocare disagi e danni.

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto Messina: serie di scosse oggi, poco fa nuovo sisma 2.6
  • Marche : scossa di terremoto moderata in serata tra Pieve Torina, Fiordimonte, Camerino, Visso
  • Umbria : due scosse avvertite in serata tra Spoleto, Trevi, Campello sul Clitunno, Foligno, Montefalco
  • ULTIMISSIME modello EUROPEO: a piccoli passi verso il FREDDO?
  • DUE modelli per DUE percorsi previsionali diversi: analizziamo gli scenari di questa sera
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti