Terremoto, riaffiorato il torrente “Torbidone”: era scomparso con il sisma del 1979

Terremoto – La devastante scossa di magnitudo 6.5 che il 30 Ottobre ha devastato il Centro Italia, ha generato una serie di importanti modifiche del territorio circostante.

Ricordiamo tra queste, la deviazione del fiume nera a causa di una frana, il crollo di gran parte della parete Est del monte Porche, i vulcanelli di fango e varie deformazioni del territorio. Oggi aggiungiamo anche il riaffioramento di un torrente scomparso con  il sisma che colpì Norcia nel 1979. Con il sisma del 30 Ottobre, tale torrente, chiamato “Torbidone” è tornato a scorrere in superficie allagando le campagne circostanti. Tale torrente ha una portata di circa 250 litri al secondo, e sta diventando un problema la gestione di queste acque in superficie.

Per capire come gestire il Torbidone riaffiorato si è messa in moto anche la protezione civile regionale e in base a quanto risulta non è escluso che occorra l’intervento del Genio militare anche per realizzare l’alveo del fiume, ormai inesistente. Maggiori informazioni verranno fornite nel corso dei prossimi aggiornamenti.

Terremoto, riaffiorato il torrente “Torbidone”: era scomparso con il sisma del 1979


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Valanghe: italiano morto travolto da valanga nel canton Vallese

Ultimissime meteo delle 12: rilancio GELIDO per le feste di NATALE!

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti