Terremoto Nuova Zelanda : impressionante deformazione del suolo. Il fondale si alza di due metri

Impressionanti le immagini che arrivano dalla Nuova Zelanda, colpita il 13 novembre da un devastante sisma di magnitudo 8.1 sulla scala richter. Il sisma da deformato non solo la terraferma e i monti del Paese, ma anche il fondale marino che appare totalmente stravolto. Il fondale antistante la costa si è letteralmente sollevato di oltre due metri, come confermato da Alberto Michelini ( sismologo dell’INGV).
”E’ un dato non sorprendente, vista la dimensione dell’evento. Il terremoto, le cui stime ora si fanno più accurate e ci dicono che la magnitudo è stata di 8.0-8.1, è stato molto forte – rileva il sismologo – ed è avvenuto su una faglia lunga centinaia di chilometri, in corrispondenza della linea di costa”.

La rottura di una faglia di ”solito procede ad una velocità di 2 chilometri al secondo. In questo caso è avvenuta in poco più di 2 minuti, da Sud verso Nord-Est”. Quello che si vede ora in certe parti della costa dell’Isola del Sud, conclude, ”è un cambiamento della linea di costa, con variazioni sul livello del mare fino a 2 metri”.

 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Allerta meteo della Protezione Civile: severo maltempo domani al Sud
  • Maltempo Sicilia : temporale V-shaped stazionario tra Sciacca e Agrigento. Rischio alluvione-lampo
  • Allerta meteo Sicilia : temporale V-shaped tra Sciacca e Agrigento. Attenzione nelle prossime ore
  • MALTEMPO: NUBIFRAGI in arrivo sulle estreme regioni meridionali (LE MAPPE)
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti