Terremoto Giappone: revocato allarme tsunami, pochi feriti dopo il sisma

Un violento terremoto ha colpito nella tarda serata di ieri (in Italia) l’Isola giapponese di Honshu, con epicentro al largo di Fukushima, a una profondità di 25 chilometri nell’Oceano Pacifico.

Il sisma ha causato un allarme tsunami nelle prefetture di Miyagi e Fukushima per onde alte fino a tre metri e per sollecitare i residenti a trasferirsi in una zona più elevata, ma l’allarme è stato revocato quattro ore più tardi. La scossa ha provocato onde alte circa 1,4 metri nella prefettura di Miyagi, e onde fino a 90 centimetri nella prefettura di Fukushima, un’ora dopo il terremoto. Migliaia di residenti nelle zone costiere del nord-est hanno evacuato le proprie abitazioni, riferiscono i media locali. Secondo le prime informazioni, non si registrano danni gravi e il numero di feriti è limitato.

Nel marzo 2011, un terremoto di magnitudo 9 con conseguente tsunami aveva colpito la stessa regione, causando la morte di circa 18.500 persone e provocando il peggior incidente nucleare del Giappone presso l’impianto di Fukushima Daiichi. Il terremoto di questa notte ha portato il sistema di raffreddamento del carburante a una battuta d’arresto al reattore 3 alla centrale di Fukushima Daini, a 10 chilometri a sud della centrale di Daiichi, ha fatto sapere Tokyo Electric. I reattori della centrale sono stati sospesi, ma non sono segnalati danni.

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Centro Italia : scossa di terremoto moderata alle 14.38 nelle Marche – dati INGV

Meteo : caldo eccezionale e anomalo sull’Europa. Superati diversi record

Previsioni Meteo : caldo record per giorni, alta pressione ad oltranza

Ultimissime della sera: aprile si traveste da giugno, tuttavia a lungo termine…
Anomala ondata di CALDO sull’Europa, una perturbazione compare dal cilindro a fine mese

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia: