Previsioni meteo : inverno alle porte. Possibile irruzione artica la prossima settimana. Mano a sciarpe e cappotti

Previsioni meteo/ A pochi giorni dall’inizio ufficiale dell‘inverno meteorologico, che come di consueto partirà il 1° dicembre (da non confondere con il solstizio d’inverno), i modelli matematici cominciano ad emettere scenari tipicamente invernali per la fine del mese e la prima decade di dicembre.

Un inizio d’inverno con tempo pienamente invernale, soprattutto sotto il profilo termico, manca in Italia da diversi anni. Una situazione dettata soprattutto da assetti barici totalmente sfavorevoli per l’inverno nel Mediterraneo che purtoppo si è vista più volte nel corso degli ultimi anni. Quest’anno, come già accennato nei precedenti editoriali e nelle previsioni stagionali, la stagione fredda potrebbe evolvere in maniera totalmente diversa rispetto al passato recente e rivelarsi per quella che realmente dovrebbe essere.

Esordio col freddo? L’autunno meteorologico terminerà il 30 novembre e potrebbe farlo nella miglior maniera possibile per dare il benvenuto all’inverno. Col passare delle ore va via via prendendo forma la prima importante irruzione di aria artica sulla nostra penisola.
Sebbene non ci siano ancora conferme definitive, appare molto probabile l’arrivo di una rapida saccatura di aria artica molto fredda tra martedi 29 e mercoledi 30. Questa massa d’aria fredda proveniente dall’est Europa andrà a coinvolgere in maniera diretta Grecia e Turchia dove apporterà un guasto del tempo pienamente invernale con freddo e nevicate diffuse, mentre la sua visita in Italia sarà relativamente fugace e poco efficace.

Arriverà la neve? Come spesso avviene con le correnti orientali, saranno le regioni del centro-sud ad essere interessate dalla saccatura fredda : questa porterà venti sostenuti di maestrale e tramontana che faranno crollare le temperature di diversi gradi sotto la media del periodo. Ci sarà anche instabilità grazie all’ingresso di temperature gelide alle alte quote ( sin sotto i -22 °C a 5000 metri) : non mancheranno rovesci e temporali sparsi sul medio-basso versante adriatico, Calabria e Sicilia, localmente anche di forte intensità. Inoltre grazie alla presenza di aria fredda alle medie quote ( circa -3/-5°C a 1450 metri) si farà vedere anche la neve sino a quote collinari fra Abruzzo, Molise e Puglia, e a quote più alte sul resto del sud. Non sono attese tuttavia nevicate forti o diffuse in quanto avremo a che fare con instabilità molto irregolare dovuta alla sola presenza dei mari caldi ( non ci saranno basse pressioni foriere di precipitazioni).
Al nord Italia e sul lato tirrenico avremo totale assenza di precipitazioni nei giorni di martedi e mercoledi.

Sicuramente si farà sentire il calo delle temperature si gran parte d’Italia e in maniera particolare sul lato adriatico dove durante le ore diurne sarà difficile salire oltre i 9/ 10 °C. Temperature sotto lo zero nelle notti tra martedi e giovedi grossomodo nei settori interni del centro-sud e in pianura Padana.
La perturbazione abbandonerà l’Italia già nel corso di mercoledi 30 dirigendosi verso Grecia e Turchia, lasciando spazio al ritorno dell’alta pressione che garantirà un paio di giorni di bel tempo, seppur in un contesto abbastanza freddo specie di notte nelle ore mattutine.

Altre irruzioni fredde nella prima decade di dicembre? Dopo il transito della fugace perturbazione di fine mese potrebbero concretizzarsi altre discese fredde dal nord Europa tra la prima e la seconda decade del mese grazie alla presenza di un anticiclone azzorriano molto attivo in area atlantica/nord atlantica ed un vortice polare poco compatto. Insomma ci sono tutte le carte in regola per un inizio d’inverno coi fiocchi!

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto Sicilia: registrata debole scossa a Catania, i dati
  • Terremoto Messina: serie di scosse oggi, poco fa nuovo sisma 2.6
  • Marche : scossa di terremoto moderata in serata tra Pieve Torina, Fiordimonte, Camerino, Visso
  • ULTIMISSIME modello EUROPEO: a piccoli passi verso il FREDDO?
  • DUE modelli per DUE percorsi previsionali diversi: analizziamo gli scenari di questa sera
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti