Meteo : maestosa risalita umida sub-tropicale dal nord-Africa sin verso il nord-ovest. Ancora nubifragi sino a domani

Previsioni meteo prossime ore/ Purtoppo le immagini satellitari sono eloquenti e preoccupanti : la bassa pressione che da oggi interessa l’Europa occidentale ha dato vita ad un possente sistema frontale sul suo bordo orientale posizionatosi sul Mediterraneo centrale tra nord Africa e Italia occidentale.

A pagarne direttamente le conseguenze sono Liguria e Piemonte dove ai nubifragi odierni vanno ad aggiungersi le centinaia di millimetri di pioggia caduti nei giorni scorsi. La situazione è critica fra le province di Savona, Imperia, Cuneo e Torino dove sono esondati numerosi fiumi e torrenti provocando danni considerevoli. Tuttavia bisogna specificare che la fase più intensa del maltempo è appena iniziata e proseguirà sino alle prime ore di domani ponendo le basi per eventi alluvionali di assoluto rilievo.

Dallo scatto satellitare che vi proponiamo è evidente un vero e proprio nastro trasportatore di nubi che dall’Algeria si protrae sin verso il nord Italia percorrendo tutto il Mediterraneo centrale. Il fronte temporalesco è molto statico, ovvero stazionario con movimenti verso est pressocchè nulli. Questa situazione di stasi, che sta provocando piogge incessanti sempre sulle stesse regioni ( Sardegna, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta) è causata dalla presenza di una possente area di alta pressione che si estende dai Balcani sin verso la Russia. Quest’alta pressione assume il ruolo di blocco, ovvero diventa un vero e proprio muro insormontabile per la perturbazione.

La depressione centrata sulla Spagna sta richiamando aria umida sub-tropicale dal nord Africa : queste masse d’aria vengono aspirate nella “centrifuga” della depressione e risalendo verso nord, sul mar Mediterraneo, sviluppano estesa nuvolosità e forti precipitazioni. Ad aggravare la situazione è senza dubbio il forcing esercitato dai rilievi alpini e prealpini, che accentuano notevolmente l’intensità delle precipitazioni attraverso un aumento dell’altezza delle nubi innescato dal tentativo delle correnti sciroccali di sormontare i rilievi.

In serata i fenomeni più intensi –  Il sistema frontale attualmente bloccato tra Piemonte, Liguria, Sardegna e nord Africa riuscirà finalmente a muoversi verso est grazie ad un lieve cedimento dell’alta pressione sull’Europa orientale.
Tuttavia proprio in questa circostanza potremo assistere ai fenomeni più intensi : con l’avanzamento del fronte, infatti, farò il suo ingresso fra Sardegna e nord-ovest l’aria polare marittima che sta alimentando la depressione. Lo scontro fra l’aria polare alle medio-alte quote e le correnti umide sciroccali provocheranno la formazione di nuovi forti temporali con annessi nubifragi.
Le aree più colpite saranno Liguria centro-orientale, Piemonte e via via tutte le regioni tirreniche fra Toscana, Lazio, Campania e Sicilia ( tra la sera di oggi e domani mattina).

I fenomeni sul nord-ovest persisteranno sino alle prime ore di domani mattina, dopodichè avanzerà un definitivo miglioramento del tempo a partire da ovest. Dunque allerta massima nelle prossime ore fra Piemonte e Liguria in tutte le aree fluviali.

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Allarme tsunami in Oceania : forte scossa di terremoto alle isole Salomone. Tremano i sismografi italiani
  • Previsioni Meteo : colpo di scena GFS, affondo artico-continentale con gelo e neve dopo metà mese?
  • Oceania : devastante terremoto nelle isole Salomone. Allarme tsunami
  • L’anticiclone sull’Europa sino a metà dicembre, poi…
  • Il tempo in Italia fino a domenica: tra NEBBIE, SOLE e NUBI BASSE
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti