Meteo a lungo termine : ECMWF rispolvera l’orso russo. Poderosa ondata gelida in vista?

Previsioni meteo a lungo termine/ L’inverno potrebbe iniziare presto a fare la voce grossa non solo sull’est Europa, avvolto ormai dal gelo da oltre due mesi, ma anche sul Mediterraneo sino ad ora sempre escluso dalle importanti perturbazioni fredde scivolate sul mar Nero e sul mar Caspio.

Le possibilità di un’importante irruzione di aria fredda e carica neve aumentano sempre più in corrispondenza dell’esordio ufficiale dell’inverno astronomico ( 21 dicembre 2016) e le festività di Natale. La configurazione è ben inquadrata da tutti i modelli matematici e vede una classica circolazione secondaria ( antizonale) determinata dall’inclinazione dell’alta pressione delle Azzorre sin sulla Scandinavia e la Russia europea a seguito dell’accelerazione del vortice polare canadese.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

Sul bordo orientale di questo imponente anticiclone, che sovrasterà gran parte dell’Europa centro-settentrionale, potrebbe scorrere aria fredda continentale proveniente dalla Russia. Questa massa d’aria fredda in retrogressione ( ovvero che compie movimenti antizonali da est verso ovest) potrebbe giungere dapprima sui Balcani e successivamente sull’Italia nel corso della prossima settimana determinando condizioni di spiccata instabilità di chiaro stampo invernale. In questo contesto potrebbero essere favorite maggiormente le regioni adriatiche e il centro-sud.

Possibile fase di gelo intenso? L’aggiornamento di stamane del modello matematico inglese ECMWF ha mostrato una dinamica molto particolare e di difficile realizzazione, ma non impossibile.
Dal pannello che vi mostriamo, relativo alla giornata di martedi 20 dicembre, si può notare il collegamento tra l’alta pressione delle Azzorre, precedentemente giunta in Scandinavia, e l’alta pressione russo-siberiana ( conosciuto come l’orso russo fra gli appassionati). Un collegamento assolutamente “esplosivo”, in quanto permetterebbe la discesa verso l’Europa di un intero lobo gelido siberiano con isoterme estremamente gelide ( anche inferiori ai -20°C a 850hpa). Aria estremamente fredda che secondo il modello europeo arriverebbe a sfiorare il Mediterraneo nella settimana di Natale, sebbene al momento le possibilità di questa evoluzione risultino abbastanza basse considerata l’eccessiva forza messa in evidenza dal vortice polare canadese assolutamente non in grado di lasciar spazio a pulsazioni calde necessarie a far scivolare imponenti quantità di gelo verso l’Italia.

Ipotesi gelo siberiano sull’Europa secondo il modello matematico ECMWF.
Aria estremamente gelida con temperature a circa 1400 m di quota inferiori ai -20°C). Si può altresì notare la presenza di un forte vortice polare canadese che impedisce la nascita di ondulazioni capaci di permettere la discesa di quel gelo sull’Italia. ( non sono esclusi cambiamenti a riguardo nei prossimi giorni)

Dunque al momento la linea di tendenza più probabile è quella relativa alla discesa di masse d’aria fredde continentali ( non gelide come l’ipotesi vagliata da ECMWF) durante la prossima settimana ( periodo clou tra 21 e 25 dicembre) con maggior interessamento del centro-sud Italia dove tornerebbero nevicate a quote basse.
Data la distanza temporale ovviamente siamo ancora nel campo delle ipotesi, pertanto è ancora presto per sciogliere la prognosi. Seguiteci nei prossimi importanti editoriali forniti di ulteriori e preziosi dettagli e aggiornamenti!


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Puglia : alta pressione in fase calante ma occhio alle nebbie! Da domenica cambia tutto?

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Venerdì 20 Ottobre 2017

Previsioni meteo : oggi anticiclone sempre più “pesante”. Tante le nebbie e nubi basse, quando un cambiamento?

MODELLO EUROPEO: il super anticiclone nella terza decade, analisi dettagliata
PREVISIONI METEO: il nuovo anticiclone della prossima settimana, caratteristiche salienti

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti