Oggi, 20 Marzo, è la giornata mondiale della Felicità

Oltre ad essere la giornata dell’Equinozio di Primavera, che segna la fine dell’Inverno, oggi si celebra anche la giornata mondiale della Felicità.

La festa è stata inaugurata solo di recente, nel 2012, ed è stata voluta dall’Onu, perché la felicità diventi un obiettivo da perseguire in tutte le nazioni.

La giornata della Felicità è un’occasione per riflettere sulla felicità personale e collettiva. L’Onu ne certifica la rilevanza come obiettivo universale attraverso la risoluzione 65/309 che riportiamo integralmente di seguito:

“L’Assemblea generale,

  • Ricordando la sua risoluzione 65/309 del 19 luglio 2011, che invita gli Stati membri a perseguire l’elaborazione di misure aggiuntive per cogliere meglio l’importanza della ricerca della felicità e del benessere in fase di sviluppo, al fine di guidare le loro politiche pubbliche,
  • Consapevole che la ricerca della felicità è un scopo fondamentale dell’umanità,
  • Riconoscendo l’importanza della felicità e del benessere come obiettivi universali e aspirazioni nella vita degli esseri umani in tutto il mondo e l’importanza del loro riconoscimento come obiettivi di politica pubblica,
  • Riconoscendo anche la necessità di un approccio più inclusivo, equo ed equilibrato alla crescita economica che promuove lo sviluppo sostenibile, l’eliminazione della povertà, la felicità e il benessere di tutti i popoli,

1) decide di proclamare il 20 marzo Giornata internazionale della felicità;

2) invita tutti gli Stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali e regionali, così come la società civile, le organizzazioni non governative e tutti gli individui a osservare la Giornata internazionale della felicità in modo appropriato, anche attraverso l’istruzione e attività di sensibilizzazione pubblica;

3) chiede al Segretario Generale di portare la presente risoluzione all’attenzione di tutti gli Stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite e le organizzazioni della società civile per un’adeguata osservanza.

Secondo gli esperti, la chiave che può portare allo stato di benessere e quindi ad una condizione di felicità, è più semplice di quanto si possa credere. Risiede in attività che ci piacciono e che liberano la nostra creatività, come cucinare, scrivere, dipingere, o ad esempio anche lavorare a maglia o all’uncinetto. Lo dimostra uno studio dell’Università di Otago, in Nuova Zelanda, pubblicato recentemente sulla rivista “The Journal of Positive Psychology”.

La felicità sarebbe legata anche all’età: secondo ricercatori californiani, infatti, il picco arriverebbe dopo i 40 anni, nonostante gli acciacchi e l’inizio del declino cognitivo. Le età critiche, quelle più stressanti della nostra vita, sono infatti tra i 20 e i 30 anni, poi mano a mano che si entra nella mezza età, ogni anno o decade che si aggiunge significa maggiore felicità.

Ricevi le notifiche delle notizie più importanti (meteo, terremoti e altro)


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto Lazio: debole scossa tra Pontecorvo, Esperia e Aquino. I dati INGV

Previsioni meteo domani: primi cenni di cambiamento, si avvicina una nuova perturbazione

Meteorologia spaziale, importante scoperta: presenti onde di Rossby anche sul Sole

L’anticiclone di sponda sull’ovest Europa; quali conseguenze?
Temperature e precipitazioni: l’andamento nei prossimi 10 giorni settore per settore

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti