Spettacolare aurora boreale immortalata dai satelliti su America ed Europa

Nella notte tra 27 e 28 marzo 2017 si è realizzato uno tra i più magnifici spettacoli della natura. Stiamo parlando dell’aurora boreale, un fenomeno tipico delle latitudini polari che di tanto in tanto si verifica a seguito di importanti eruzioni solari.
In questo caso si è trattato di una tempesta geomagnetica di livello G2 (di moderata entità) ossservata su buona parte delle latitudini sub-polari dall’Alaska sino al nord Europa. Il vento solare giunto sulla Terra, entrando in contatto col campo magnetico, ha dato vita ad uno spettacolo di luci e colori che hanno lasciato a bocca aperta migliaia di persone. Il fenomeno è stato visibile sin verso le regioni settentrionali della Gran Bretagna.
Le immagini più significative, tuttavia, arrivano dall’alto, ovvero dai satelliti di NASA e NOAA che hanno immortalato l’evento. I satelliti hanno sfruttato la qualità di immagine day/night band (DNB), ovvero un occhio sensibilissimo capace di immortalare qualsiasi dettaglio in un ampio spettro di luce sia di giorno che di notte. Spettacolari le due immagini che mostrano l’aurora boreale nei cieli del nord America e del nord Europa.

Aurora boreale immortalata sul nord America ( Alaska e Canada)

 

Aurora boreale immortalata sul nord Europa

L’aurora boreale è un fenomeno ottico dell’atmosfera terrestre, caratterizzato principalmente da bande luminose di un’ampia gamma di forme e colori rapidamente mutevoli nel tempo e nello spazio, tipicamente di colore rosso-verde-azzurro, detti archi aurorali.
L’aurora si verifica a seguito dell’interazione di particelle cariche ( protoni ed elettroni), provenienti dal Sole a seguito di un’eruzione solare, con la ionosfera terrestre posta tra i 100 e i 500 km di altezza. Gli atomi presenti nella nostra ionosfera vengono eccitate dalle particelle solari giunte attraverso il vento solare e diseccitandosi emanano luce in varie lunghezze d’onda.
L’aurora boreale fa visita spesso alle regioni sub-polari a causa della particolare struttura del campo magnetico terrestre, più debole in corrispondenza dei poli magnetici rispetto al resto del mondo. Solo durante le tempeste solari più forti i fasci luminosi riescono a spingersi anche a latitudini più basse.


Articolo di Raffaele Laricchia

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo


Ultime notizie Leggi tutte


Campania : moderata scossa di terremoto in nottata nel Sannio. Tremori a Benevento

Meteo Protezione Civile: il bollettino per la giornata di Domenica 19 Novembre

Ciclone Numa : piogge alluvionali in Salento. Pullman rischia di ribaltarsi sulla Casarano-Ugento

Ultima decade di novembre: Il punto della situazione
AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti