Terremoto, Camerino : riapre viale Seneca, continua la messa in sicurezza

Camerino/ Si continua a lavorare a distanza di oltre cinque mesi dal devastante terremoto di magnitudo 6.5 che colpì il centro Italia con epicentro su Castel Sant’Angelo sul Nera. Tutti i comuni dell’Appennino e dell’entroterra maceratese subirono danni, a tratti anche molto ingenti.

Il centro abitato di Camerino è stato fortemente colpito dal sisma data la sua vicinanza all’epicentro, tanto che tutt’oggi i lavori di ripristino di strade e abitazioni non è ancora terminato.
È stato riaperto al traffico viale Seneca, che unisce il centro cittadino da viale Leopardi a Vallicelle. Col ripristino di viale Seneca i cittadini non dovranno più percorrere via Orazi e a seguire la provinciale, facendo l’intero giro della città. La strada era stata interrotta a causa del rischio crollo del palazzo Paoletti e del palazzo dei Carabinieri, fortemente danneggiati dal sisma.

Proseguono i lavori da parte dei vigili del fuoco all’interno della zona rossa di Camerino : in questi giorni è in atto la rimessa in sicurezza dell’ex tribunale e della chiesa di San Filippo. Non si hanno ancora notizie invece riguardo i lavori a Santa Maria in Via, posta  in condizioni sempre peggiori.

 

 

 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Scosse di terremoto sull’Etna: sisma avverto dalla popolazione nel catanese

Forte boato avvertito a Cassino: movimenti delle falde acquifere la causa

Emilia Romagna: leggera scossa di terremoto vicino Modena

Weekend di CRESCENTE INSTABILITA’ sulle regioni settentrionali, FORTI TEMPORALI e CALO TERMICO la prossima settimana
I TEMPORALI di DOMENICA 25 secondo la PROTEZIONE CIVILE

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti