Eolico in Italia può evitare 25 milioni di tonnellate di CO2 fino al 2030

Secondo uno studio intitolato “Il contributo dell’eolico italiano per il raggiungimento degli obiettivi al 2030”, realizzato dall’Anev, Associazione nazionale energia del vento, lo sviluppo dell’eolico in Italia può evitare il consumo di 50 milioni di barili di petrolio fino al 2030.

Lo studio ha permesso di calcolare un potenziale di 17.150 MW eolici, di cui 950 off-shore e 400 minieolici, per un produzione pari a 36,46TWh, ovvero 606 kWh pro-capite, raggiungibili al 2030.

“Il raggiungimento di tale obiettivo consentirebbe di risparmiare – evidenzia l’associazione – quasi 50 milioni di barili di petrolio, di evitare la produzione di 9mila tonnellate di polveri, di circa 25 milioni di tonnellate di CO2, oltre 75mila tonnellate di NOX e 55mila tonnellate di SO2. Un importante contributo, quindi, nella lotta al riscaldamento globale e al cambiamento climatico.

Ricevi le notifiche delle notizie più importanti (meteo, terremoti e altro)


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto Turchia : forte scossa oggi 27 maggio 2017 tra Akhisar, Manisa e Turgutlu

Meteo Italia domani : le previsioni per domenica 28 maggio 2017 – Ulteriore rinforzo dell’alta pressione?

Inverno australe : arrivano le prime ondate di gelo. Neve sulle coste tra Cile e Argentina

Ultimissime: l’anticiclone sino ad inizio giugno, poi forse un cambiamento?
Condizioni atmosferiche tranquille sino a fine mese, poi…

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti