Domani 22 Aprile la prima Marcia per la Scienza a Whashington, eventi anche in Italia

Nella giornata di domani, sabato 22 aprile, in coincidenza con la celebrazione della “Giornata della Terra“, si terrà a Washington – DC la prima Marcia per la Scienza.

Sarà un incontro senza precedenti cui parteciperanno scienziati, ricercatori, tecnici ma soprattutto gente comune, uniti dalla volontà di sostenere la ricerca scientifica e di affermare il ruolo fondamentale che la scienza gioca nella nostra vita quotidiana. E’ anche un appello rivolto alle istituzioni perché vengano aumentati i finanziamenti pubblici e le politiche siano basate su solide basi scientifiche.

Numerose le organizzazioni e gli eventi in tante parti del Mondo: previste oltre 600 altre manifestazioni e tra queste anche in Italia:

  • il 22 aprile, alle ore 16, a Roma, con partenza da Piazza della Rotonda (Pantheon)
  • il 21 aprile, all’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” di Caserta
  • il 22 aprile,  dalle 15 alle 17, a Firenze, in Piazza S. Lorenzo
  • il 22 aprile, dalle 10.30 alle 12.00 a Milano,  via Principe Amedeo 2
  • il 22 aprile, dalle 17 alle 23, a Potenza, in Piazza Mario Pagano

 

Come hanno specificato gli organizzatori, non si tratta di una manifestazione partigiana contro uno o l’altro degli schieramenti politici ma piuttosto un richiamo alla centralità della scienza nella società moderna. La ricerca scientifica non deve servire interessi particolari, né può essere osteggiata sulla base di convinzioni personali. In essenza, la scienza è uno strumento per cercare risposte e ha “il diritto-dovere” di  influenzare le politiche sia nazionali che locali, soprattutto quando si tratta di  decisioni a lungo termine.

 

Ricevi le notifiche delle notizie più importanti (meteo, terremoti e altro)


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto oggi: scossa leggera ma avvertita in Romagna, nella zona di Faenza

Meteo Protezione Civile: domani instabilità in aumento

Crollo sull’Everest: il famoso Hillary Step non c’è più

ANTICICLONE sul Mediterraneo: ecco le regioni più interessate
Non solo 2003, chi si ricorda dell’estate del 2009 in Piemonte?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti