Violento terremoto ad Ischia, ERRORE dell’INGV sui dati diffusi. Importante correzione

Giungono importanti e clamorose novità riguardo il terremoto che ha colpito l’isola di Ischia, in Campania, nella serata di lunedi 21 agosto e ampiamente discusso sul nostro sito (vedi qui).

Il terremoto ha fatto tremare l’intera isola ma solo localmente è risultato decisamente violento, in particolare nell’area di Casamicciola dove addirittura diverse abitazioni sono crollate provocando due vittime e tanti feriti. Tante altre strutture sono state lesionate o hanno subito parziali crolli. L’INGV (istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) aveva assegnato al sisma inizialmente la magnitudo 3.6 sulla scala richter con ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro in mare, circa 2 km a nord di Ischia.
Nelle ore successive i dati sono stati ricalcolati e la magnitudo è stata alzata a 4.0, l’ipocentro ridotto a 5 km di profondità mentre l’epicentro è stato riconfermato in mare.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

A distanza di 4 giorni dal terremoto è giunto un clamoroso aggiornamento da parte dell’INGV che ha modificato alcuni parametri del sisma decisamente importanti ai fini della stima dei danni e delle effettive cause di un tale disastro a Casamicciola.

MAGNITUDO : è stata confermata la magnitudo 4.0 sulla scala richter.
IPOCENTRO : l’ipocentro è stato modificato. Da 5 km di profondità è stato ridotto a soli 1.73 km (solo 1730 metri nel sottosuolo).
EPICENTRO : non è stato in mare, bensì esattamente sull’isola, nell’area di Casamicciola. Epicentro localizzato esattamente alle spalle dell’Hotel “Magnolia Ischia”.

Insomma questi nuovi dati cambiano totalmente le carte in tavola e ora si potrebbero in parte spiegare i danni provocati dal terremoto nonostante la magnitudo non particolarmente elevata. In parole povere, è come se fosse esplosa una piccola bomba atomica ( energia più o meno pari a 1000 tonnellate di tritolo) esattamente sotto Casamicciola, ad appena 1730 metri di profondità. Con un’ipocentro così superficiale il raggio d’azione delle onde sismiche si riduce drasticamente ed interessa fortemente l’area epicentrale. Dunque ecco spiegati i danni ingenti nell’area prossima all’epicentro e l’assenza di danni in altre zone dell’isola.
Il boato e lo scuotimento violento avvertito dalla popolazione dimostrano ampiamente queste condizioni confermate solo a distanza di 4 giorni dall’INGV.

 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Ambiente e clima: con l’alta pressione torna lo smog

Meteo Liguria, Genova : ancora maccaja, da domani nuova perturbazione con maltempo?

Terremoto dell’Irpinia 1980 : 37 anni fa alle 19.34 l’inizio di un incubo

PREVISIONI METEO: al via una fase di tempo PERTURBATO, ecco dove e quando
Temperature e precipitazioni: l’andamento nei prossimi 10 giorni settore per settore

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti