Violento uragano colpisce il Texas : danni enormi e già due vittime. Attese ancora piogge torrenziali

Tra i più forti uragani degli ultimi cinquant’anni, Harvey sta pesantemente colpendo la costa meridionale degli USA e in particolare il Texas. La tempesta tropicale aveva raggiunto, nella serata di venerdi, la categoria 4 su una scala da 1 a 5, in quanto aveva raggiunto venti superiori ai 200 km/h con raffiche vicine ai 240 km/h. Oltre ai venti fortissimi anche piogge torrenziali e violente mareggiate che hanno prodotto notevoli danni lungo i settori costieri.

Ora l’uragano è stato degradato a categoria 2 dopo che l’occhio del ciclone ha fatto “landfall” sulle coste texane. Fortunatamente l’attivazione di tutti i dispositivi di emergenza ha permesso a migliaia di persone di abbandonare in tempo le proprie abitazioni. Purtoppo si contano due vittime causate dall’uragano. Decine i feriti.
I venti tempestosi hanno provocato danni estremi : decine di migliaia di alberi sono stati abbattuti, numerose le case e le fabbriche scoperchiate. Abbattuti anche pali della luce, tralicci e decine di camion e automobili sono state ribaltate. I settori maggiormente colpiti sono quelli costieri tra Lake Charles e Brownsville.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

Il pericolo principale ora è rappresentato dalle piogge torrenziali che continueranno ad imperversare su gran parte del Texas a causa dello stazionamento dell’uragano nel golfo del Messico nord-occidentale. Molto facile l’innesco di pesanti alluvioni e inondazioni soprattutto per via della presenza di una costante e forte ventilazione meridionale, che impedisce il regolare deflusso delle acque piovane verso il mare.


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Intensa scossa di terremoto nel mar Ionio, paura in Grecia – oggi 24 novembre 2017

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, peggioramento in arrivo

Previsioni Meteo : l’inverno inizia in anticipo. Nettamente più freddo da lunedi!

MODELLO EUROPEO: l’aria fredda ed instabile artica sull’Europa sino agli esordi di dicembre
MODELLO AMERICANO: in sintesi il tempo previsto da qui alla fine di novembre

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti