Uragano Harvey: si aggrava il bilancio. Ora la tempesta raggiunge la Louisiana.

Sempre più drammatiche le notizie che arrivano dal Texas, duramente colpito nei giorni scorsi dall’Uragano Harvey.

Le inondazioni provocate dalla fortissima tempesta hanno causato morte e distruzione in vaste aree. Le vittime accertate sono finora 18, ma secondo quanto riporta il New York Times, considerando anche il numero dei dispersi il numero delle vittime potrebbe salire a 30. Il sindaco democratico di Houston, l’avvocato Sylvester Turner, ha fatto appello agli immigrati affinché si facciano avanti a chiedere aiuto senza temere di essere deportati.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

«Li difenderò personalmente», ha assicurato. Gli sfollati potrebbero arrivare a trentamila. Oltre 9.000 sono già nel Convention center della città che di regola potrebbe contenerne poco più della metà. «Ma non è il Superdome», ha detto il capo della Fema Brock Long, riferendosi allo stadio dove i superstiti di Katrina (12 anni fa, ieri) rimasero isolati in condizioni disumane.

Intanto a Houston, quarta città degli Usa dove molte strade si sono trasformate in fiumi, nuovi rischi arrivano dai serbatoi — pensati per contenere le piogge e non far debordare i fiumi — che per la prima volta si sono riempiti al punto da tracimare nonostante il tentativo di aprirli in maniera controllata. Nella contea di Brazoria, a sud, uno degli argini dei laghi Columbia è stato sfondato dall’acqua, provocando la richiesta immediata di evacuazione dell’area circostante.

Nelle ultime ore la tempesta, seppur molto attenuata, ha toccato di nuovo terra, nello stato della Louisiana, a ovest della cittadina di Cameron: gli esperti temono nuovi eventi alluvionali.


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Intensa scossa di terremoto nel mar Ionio, paura in Grecia – oggi 24 novembre 2017

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, peggioramento in arrivo

Previsioni Meteo : l’inverno inizia in anticipo. Nettamente più freddo da lunedi!

MODELLO EUROPEO: l’aria fredda ed instabile artica sull’Europa sino agli esordi di dicembre
MODELLO AMERICANO: in sintesi il tempo previsto da qui alla fine di novembre

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti