Terremoto Messico: lo stadio Azteca si spacca in due

Il devastante terremoto che ha colpito il Messico nella serata di ieri (20.14 in Italia), ha causato crolli e danni a Città del Messico.

Le onde sismiche, giunte violente in superficie, hanno danneggiato perfino lo storico stadio Azteca, che sorge nell’area meridionale della metropoli di Città del Messico. La curva, in particolare, si è letteralmente spaccata in due a causa della fortissima scossa di terremoto.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

L’impianto è l’unico, insieme al Maracanà, ad aver ospitato due finali del campionato mondiale di calcio, nel 1970 e nel 1986; fu anche sede della finale del torneo olimpico di calcio del 1968 oltre che della CONCACAF Gold Cup, ma la sua fama è legata all’incontro di semifinale del campionato mondiale del 1970 tra le Nazionali di calcio di Italia e Germania Ovest, conclusasi 4-3 a favore dei primi e passata alla storia come Partita del secolo.

Leggi anche: Terremoto violentissimo in Messico: i grattacieli di Città del Messico oscillano durante la scossa [VIDEO]

 

 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Italia: arriva il freddo, atteso sensibile calo delle temperature

Previsioni meteo oggi: irruzione fredda, peggiora su diverse regioni

Intensa scossa di terremoto nel mar Ionio, paura in Grecia – oggi 24 novembre 2017

Le ultimissime di MeteoLive: domenica torna la neve a quote basse sul nord-est!
MODELLO EUROPEO: l’aria fredda ed instabile artica sull’Europa sino agli esordi di dicembre

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti