Salento colpito in pieno dal ciclone tropicale Numa : caduti oltre 200 mm nel leccese. Vasti allagamenti!

Maltempo estremo nel Salento meridionale. Caduti oltre 200 mm di pioggia da ieri notte. Il ciclone tropicale Numa causa vasti allagamenti in molti comuni.

Quella che inizialmente era una “semplice” irruzione di aria artica si è pian piano evoluta in un qualcosa di totalmente diverso, dalle caratteristiche totalmente opposte a quelle di partenza. L’irruzione artica (responsabile anche della neve in pianura in Emilia) dopo aver attraversato tutta Italia si è gettata nel Canale di Sicilia, dove quasi 36 ore fa ha cominciato la sua lenta evoluzione dapprima di una depressione tropicale e successivamente in una tempesta tropicale in piena regola.

Nel mar Ionio ha raggiunto il grado di TLC (Tropical Like Cyclone), ovvero un ciclone simil-tropicale che non ha nulla da invidiare ai classici cicloni tropicali dell’Atlantico. Nel corso della notte è possibile che il TLC si sia ulteriormente evoluto in un Medicane (Mediterranean Hurricane).
Il ciclone staziona nel mar Ionio settentrionale da oltre 30 ore e a pagarne le conseguenze in maniera diretta è il Salento, che si trova esattamente in corrispondenza delle potenti bande nuvolose che, a spirale, ruotano attorno all’occhio del ciclone ben piantato a largo della Puglia.
Il ciclone, denominato Numa dall’università di Berlino, ha pesantemente colpito il leccese non solo con forti raffiche di vento ma anche con piogge torrenziali, come avviene esattamente negli uragani.

La situazione è critica nel basso Salento, ovvero nelle aree più a sud del leccese, dove si registrano accumuli di pioggia superiori ai 150-200 mm da ieri notte (addirittura oltre 300 mm negli ultimi tre giorni). Pesantemente colpite le località di Casarano, Scorrano, Presicce e Alessano. Ingenti allagamenti si registrano non solo per le strade ma anche nelle campagne, non più in grado di assorbire le ingenti quantità di pioggia cadute ininterrottamente nelle ultime 36 ore.
Il ciclone continua a sferzare il Salento e potrebbe proseguire almeno per altre 2-3 ore, prima di cominciare a perdere gradualmente forza ed effettuare il “landfall” sulla Grecia.

Domani altra irruzione artica sulla Puglia? Leggi QUI >>>


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Maltempo: esonda fiume Nera in Umbria

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 16 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Terremoto in Indonesia : oltre cento case distrutte. Morti e feriti a Giava

MALTEMPO: nuovo impulso instabile tra lunedi e martedì sulla Sardegna…e non solo
AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti