Gelo siderale in Siberia : sfiorati i -50°C, nei prossimi giorni termometro ancora più giù!

Inverno sempre più vicino. In Russia si sfiorano i -50°C. Nei prossimi ancora più in basso i termometri in Siberia!

Mentre in Italia ci apprestiamo a vivere una settimana stabile e soleggiata grazie all’anticiclone delle Azzorre, la stagione invernale sta ormai entrando nel vivo alle alte latitudini, in particolare tra Scandinavia e Russia, dove si fa sentire il costante accorciamento delle giornate che raggiungerà l’apice nel giorno del solstizio d’inverno, il 21 dicembre. È proprio il mese di dicembre quello solitamente più freddo per la fascia sub-polare, che attraversa l’estremo nord Europa, la Groenlandia, il Canada e la Russia, dove si raggiungono agevolmente temperature anche inferiori ai -50°C.

Valori termici a 850 hpa (poco meno di 1300 metri s.l.m) nell’emisfero boreale, in particolare sulla sezione del vortice polare. Evidenti le temperature molto basse sulla Siberia orientale.

Dopo un inizio di novembre abbastanza anonimo in Russia, la situazione è radicalmente cambiata nel corso degli ultimi giorni grazie allo spostamento di un intero lobo del vortice polare sulla Siberia, in particolare sui settori più orientali della regione, dove sono giunte temperature da brividi a tutte le quote (-35°C a 850 hpa, oltre -40°C a 500 hpa). Temperature che hanno permesso un vero e proprio tracollo termico sulle vaste pianure siberiane grazie all’innevamento e al relativo effetto albedo innescato nelle lunghe notti serene. In un contesto simile la temperatura al suolo è scesa così tanto da risultare addirittura più bassa di quella registrata alle quote più alte (è proprio questa la particolarità dell’effetto albedo).

I valori termici in Siberia, specie nella Repubblica di Jacuzia, hanno sfiorato i -50°C : -47°C registrati a Yurty e -46.8°C a Delyankir. Sicuramente sono temperature siderali, ma non è una novità per l’ultima decade di novembre che, assieme a dicembre, rappresentano i momenti più freddi per la Siberia.
Negli ultimi anni addirittura nelle prime due settimane di dicembre la colonnina di mercurio è riuscita a portarsi sin verso i -60°C in diverse località siberiane grazie al possente cuscino di aria gelida che viene spesso a formarsi nei bassi strati. Trattasi di aria pellicolare, estremamente gelida nei bassi strati e in prossimità del suolo, che in alcune circostanze può anche essere in grado di raggiungere l’Europa e l’Italia (come avvenuto ad esempio nel febbraio 2012).

Gelo siderale in Siberia grazie all’irraggiamento notturno e all’effetto albedo, che permettono al core di abbandonare totalmente i bassi strati causando un crollo della temperatura.

Nei prossimi giorni la situazione non tenderà a migliorare, anzi, la colonnina di mercurio potrebbe scendere ulteriormente tanto che potrebbe essere sfondato il muro dei -50°C. Non sono esclusi valori anche di -51/-52°C nel cuore della Siberia grazie all’ulteriore irrobustimento del cuscino di aria gelida nei bassi strati indotto dall’aumento della pressione e dall’effetto albedo. La nascita di questa vastissima distesa di ghiaccio e temperature estremamente gelide potrebbe influenzare anche regioni più lontane come la Russia occidentale, la Cina settentrionale, il Kazakistan e la Mongolia.
È proprio la presenza di questo possente ammasso di gelo siderale che sta determinando attualmente un netto indebolimento del vortice polare (la vasta bassa pressione che ruota attorno al polo nord). Questo indebolimento si farà in parte sentire nel corso della prossima settimana anche sull’Europa dove ci aspettiamo la discesa di una vasta massa fredda di origine artica.

Vi starete chiedendo come fanno a vivere in Siberia con questo gelo siderale? Vi invitiamo a leggere questo interessante articolo >>>

COSA CI RISERVERà L’INVERNO IN ITALIA? LEGGI QUI >>>


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove

Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!

Molise : tre scosse di terremoto avvertite a nord di Isernia – insiste la sequenza sismica

News della sera: FREDDO almeno sino a mercoledì 20 dicembre, poi…
Stratosfera in marcia verso un evento di forte raffreddamento: quali conseguenze sulla circolazione?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti