Befana 2018: ecco una serie di frasi e filastrocche, da inviare su WhatsApp, Facebook

Arriva la Befana la notte fra 5 e 6 Gennaio. Ecco una serie di frasi da inviare ad amici o parenti. 

Mancano ormai poche ore alla “notte della Befana”, un momento molto atteso dai bambini ma non solo. In tanti si scambieranno simpatici auguri in occasione dell’Epifania, inviando immagini, video e frasi su WhatsApp, Facebook. 

In questo articolo vi vogliamo regalare una serie di frasi divertenti da utilizzare, magari insieme a immagini o filmati in tema. 

Frasi Befana 2018 

Ogni anno tanti bambini e bambine attendono con ansia il 6 gennaio per poter vedere arrivare la Befana. Io invece mi sento una persona molto fortunata, perché ho l’incredibile fortuna di conoscerla da quando ero piccola. Tanti auguri mia cara amica.

Auguri, amica mia. Hai preso scopa e mantellina? Oggi è la tua giornata. Buon #epifania 2018.

Buona Epifania a te che stai guardando questo video. Hai collaudato la scopa? Attenzione cara.

Auguri befane! Belle e brutte, grandi e piccole. Vi auguro un giorno della befana di tante cose belle.

Ho saputo su Facebook che stanno offrendo mille euro a chi trova la Befana. Se me ne dai almeno il doppio, faccio finta di niente e non dico dove ti trovi! Auguri.

 

Non hai comprato la maschera? Sei credibile lo stesso! Buona Epifania 2018

Auguroni amica mia. Oggi è la tua festa. Ti raccomando, vola bene.

 

Buona befana, sei la più bella di tutte, come ogni 6 gennaio!

C’è chi la chiama strega, c’è chi la chiama pazza: lei è semplicemente una vecchietta con un cuore da bimba che torna una volta all’anno per premiare chi sogna. Buona Befana.

Abbiamo letto il suo curriculum e preso visione della sua foto. Ritenendola idonea alla mansione la preghiamo di passare entro il 6/01 a ritirare la scopa. È assunta!

La Befana è già arrivata ma con una splendida sorpresa: quest’anno non ha portato carbone e caramelle ma soltanto tanto amore gioia.

Filastrocche

La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
con le toppe alla sottana:
Viva, viva la Befana!

Sopra i tetti, pian pianino
va la vecchia e, dal camino,
poi si cala e giù rimbalza
per riempire la tua calza
di carbone o di dolcetti
di arance e di giochetti.
Poi risale, se ne va
e un altr’anno tornerà!

Mentre andava la befana
nella casa di un bambino,
s’impigliò con la sottana
sopra il bordo del camino.

Per lo strappo il grosso sacco
le sfuggì, cadde di sotto,
non restò nemmeno un pacco
che non fosse tutto rotto.

“Che disastro, che disdetta”
sotto il cielo cupo e bigio,
mormorava la vecchietta.
“Ci vorrebbe un bel prodigio”.

Poi, facendo un gran sorriso,
verso il cielo volse gli occhi
ed il sacco, all’improvviso,
fu ancor pieno di balocchi.

“Che un bambino attenda invano
non sia mai, parola mia”
disse la befana, piano.
Poi riprese la sua via.

O Befana, Befanina,
non passare tanto in fretta,
non scordar la mia casina,
non scordar la mia calzetta!

Al cicchetto ho preparato
un pugnel di fave e fieno,
un canestro ti ho lasciato
di cicchetti tutto pieno.

Tu, venendo a notte fonda,
quando dormo e penso a te,
la mia calza fai ben tonda;
sarò lieto come un Re!

Quando è l’ora, la Befana
alla scopa salta in groppa.
D’impazienza già trabocca:
l’alza su la tramontana,
fra le nuvole galoppa.
Ogni bimbo nel suo letto
fa l’ esame di coscienza:
maledice il capriccetto,
benedice l’ ubbidienza:
La mattina al primo raggio
si precipita al camino.
Un bel dono al bimbo saggio,
al cattivo un carboncino!

Alla Befana s’è rotta una scarpa,
e si è scucita anche la sciarpa.
Il suo cappuccio è tutto sbiadito,
con strappi e buchi è il suo vestito.
La scopa ahimé è tutta spennata,
e la sua mazza ormai s’è spezzata.

Allora corre in un magazzino,
compra un vestito, un rosso golfino.
Grossi scarponi, bei calzettoni,
un bel berretto e dei mutandoni.
Infine compra un motorino
e aggancia dietro un carrettino.

Così bardata e mezza schizzata,
và per la strada tutta sparata.
Poi vola in cielo fra nuvole e stelle
raccoglie giochi e bambole belle.
E, strombettando mentre risale,
rincorre la slitta di Babbo Natale.

Zitti, zitti bimbi buoni,
presto, presto giù a dormire:
la Befana è per venire
col suo sacco pien di doni.

 


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Valanga all’Aremogna di Roccaraso : travolti due sciatori

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, 21 Gennaio

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 20 Gennaio 2018 (ultimi terremoti, orario)

News del sabato: qualche giorno in compagnia dell’anticiclone, un cambiamento da venerdì 26
La perturbazione di venerdì 26 e sabato 27: le ultime novità

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti