Previsioni meteo : intensa perturbazione atlantica in arrivo, alto rischio nubifragi

Intensa perturbazione atlantica in arrivo sull’Italia. Situazione potenzialmente critica per il nord-ovest. Rischio nubifragi nei prossimi giorni.

Previsioni meteo/ Tutto pronto per l’innesco di una pericolosa circolazione atlantica, tipica del periodo autunnale, che coinvolgerà la nostra penisola nel corso dei prossimi giorni. Una vasta saccatura di origine nord atlantica, caratterizzata da aria poco fredda e molto instabile, si fionderà sul Mediterraneo occidentale e la penisola iberica irrompendo sin su Marocco e Algeria tra sabato e domenica. 

Tra Spagna e nord Africa tenderà a svilupparsi una vasta depressione che sarà continuamente alimentata dall’aria fresca e instabile nord atlantica e che tenderà a stazionare sul Mediterraneo occidentale favorendo maltempo intenso e persistente sulle nostre regioni settentrionali : il vortice depressionario innescherà sul suo bordo orientale una vasta risalita di aria calda e instabile proveniente dal nord Africa, la quale investirà tutta la nostra penisola.
L’instabilità più marcata la ritroveremo sulle regioni del nord-ovest, specie su Liguria centro-occidentale, Piemonte e Valle d’Aosta : su questi settori avremo piogge abbondanti da domani sino a lunedi/martedi. Le piogge risulteranno a tratti molto forti e a carattere di nubifragio (Liguria centro-occidentale, torinese, cuneese, alessandrino, biellese, verbano, varesotto, comasco e Valle d’Aosta), tanto che potranno essere superati, nel corso dell’intero peggioramento, anche i 200/300 mm di pioggia.

Questa particolare struttura barica tipica del periodo autunnale, che solitamente è in grado di generare piogge alluvionali sull’Italia, non subirà sostanziali modifiche almeno sino a martedi. L’anticiclone di blocco presente sui settori balcanici agirà da “muro”, impedendo lo spostamento della perturbazione atlantica verso est e di conseguenza sarà il principale responsabile delle piogge forti e persistenti. 

I fenomeni tenderanno a coinvolgere anche il nord-est Italia, ma principalmente i settori montuosi e pedemontani e sicuramente con intensità inferiore rispetto al nord-ovest. Piogge da domenica anche sulla Toscana, mentre solo tra lunedi 8 e mercoledi 10 avremo un parziale coinvolgimento anche del centro-sud (specie le isole maggiori). A causa del sensibile aumento delle temperature (attesi anche oltre 20 °C al sud e oltre 10 °C al nord) la neve cadrà esclusivamente oltre i 1300/1500 metri di quota sulle Alpi (dove già sta nevicando abbondantemente).

Video meteo per i prossimi giorni, se non lo visualizzi clicca qui >>>

Al centro-sud, almeno nella prima fase del peggioramento (tra 6 e 8 Gennaio)  la perturbazione risulterà avara di precipitazioni sebbene i cieli si presenteranno spesso nuvolosi o coperti. Il vento si farà sentire e soffierà dai quadranti meridionali specie lungo i versanti tirrenici e ionici. Non mancherà qualche goccia carica di sabbia pronta a sporcare ogni genere di superficie. Tra 9 e 10 Gennaio il vasto vortice ciclonico potrebbe coinvolgere Sardegna, Sicilia e Calabria dove apporterebbe piogge forti, temporali e anche forti venti.

Super ondata di gelo negli USA! Nevica anche in Florida! VEDI QUI >>>


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile domani: molte nubi, piogge, e venti di burrasca!

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 16 Gennaio 2018 (ultimi terremoti, orario)

Moderata scossa di terremoto nel mar Tirreno a largo della Sicilia – dati INGV

Meteo a 7 giorni: sfuriata dell’aria fredda nel fine settimana, NEVE a bassa quota in Appennino
Meteo a 15 giorni: diverse fasi piovose sull’Italia, poi decisa virata verso il FREDDO?

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti