Alpinismo: paura per Tomek Mackiewicz ed Elisabeth Revol, bloccati a 7400 sul Nanga Parbat

Sono ore di grande apprensione per le sorti di due noti alpinisti che si trovano in alta quota sul Nanga Parbat, la nona montagna più alta della Terra con i suoi 8126 metri s.l.m situata in Pakistan. Si tratta della francese Elisabeth Revol e del suo compagno di cordata Tomek Mackiewicz, di nazionalità polacca. 

Dopo la speranza di ieri, quando Tomek Mackiewicz ed Elisabeth Revol erano stati visti dal campo base mentre salivano verso il trapezio sommitale nell’annunciato tentativo di vetta, è arrivata purtroppo la notizia che il polacco accusa dei gravi problemi, che compromettono la discesa. Il messaggio che i due alpinisti sono riusciti a mandare dice che si trovano ancora a quota 7400. Se è corretta, sono ancora nel Bacino Bazhin e hanno quindi ancora una traversata da fare prima di poter iniziare la discesa sulla via Messner-Eisendle e di ritrovare la tenda dell’ultimo campo.

Le condizioni meteo sono difficili in quanto in quella zona esposti a venti intensi. I soccorsi sono problematici in quanto è rischioso raggiungere la quota di 7000 metri con gli elicotteri; inoltre non vi sono alpinisti sulla montagna o al campo base che possano raggiungerli. Tomek ed Elisabeth sono sulla montagna già da 11 giorni: un tempo lunghissimo anche per loro, abituati a lottare duramente in quota. 

Questa mattina Janusz Majer, che coordina la spedizione invernale Polacca al K2, ha comunicato di aver ricevuto informazione dalla Francia dicendo che la Revol e Mackiewicz erano rimasti bloccati ad una quota di 7.400 metri circa, sotto la cupola superiore. Il 42enne Mackiewicz riporterebbe grossi problemi di vista e anche di congelamenti, ed è stata quindi organizzata un’operazione di soccorso che porterà in elicottero quattro alpinisti attualmente impegnati a salire il K2 al Nanga Parbat. Tra questi i fortissimi Adam Bielecki e Denis Urubko. È stata lanciata subito una raccolta fondi per affrontare i costi dell’operazione, però è di pochi minuti fa il tweet dal ministro per lo sport e turismo polacco Witold Bańka confermando che il suo ministero coprirà i costi dell’operazione di salvataggio. 

Diverse fonti hanno confermato che un elicottero è partito da Skardu per prendere i soccorritori dal Campo Base del K2. Il piano sarebbe di portare gli alpinisti sul versante Diamir e volare domani mattina per soccorre prima la Revol e poi Mackiewic. 


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Previsioni meteo oggi: attesi temporali al Nord, possibili grandinate

Sicilia : scossa di terremoto a Milazzo nettamente avvertita fino a Messina – dati INGV

Scossa di terremoto fra Molise e Abruzzo: paura e gente in strada. DATI UFFICIALI INGV.

CONFERMATO importante cambiamento delle condizioni atmosferiche entro fine mese
PIOGGE al nord e su parte del centro tra domenica notte e lunedi (le mappe)

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia: