Meteo : oggi giornata di transizione con qualche nota d’instabilità. Domani maltempo e neve a bassa quota?

Tempo nel complesso più stabile oggi su gran parte d’Italia. Domani torna a peggiorare, questa volta al nord-ovest con neve a bassa quota!

Meteo/ La perturbazione artica che ieri ha interessato l’Italia, principalmente il nord-est dove è giunta la neve a tratti sino in pianura, quest’oggi stiamo assistendo ad una giornata di transizione con variabilità positiva determinata da annuvolamenti alternati a momenti di Sole. Le uniche note d’instabilità le troviamo su Liguria, Campania e Puglia settentrionale dove sono in atto anche deboli piovaschi.

La giornata di oggi, domenica 4 gennaio, pertanto si presenterà nel complesso stabile specie sule regioni adriatiche e al nord-est, mentre qualche nube in più la troveremo al nord-ovest e sul versante tirrenico ma comunque senza particolare fenomeni. Clima che si presenterà abbastanza freddo anche in pieno giorno specie al nord, con temperature che non andranno oltre gli 8-9 °C col Sole. Temperature in rapido calo al calar del Sole su tutta Italia, specie in pianura Padana dove la colonnina di mercurio si porterà tra 0 e 3°C nonostante il costante aumento della nuvolosità, segno della presenza di aria particolarmente fredda nei bassi strati appartenente al vasto flusso artico-continentale che sta interessando l’Europa in questo periodo.

La nuvolosità dunque tenderà man mano ad aumentare stasera su tutto il nord-ovest e già locali piogge (di debole/moderata entità) potranno già coinvolgere la Liguria. In questo frangente avremmo nevicate sin verso i 400-500 metri di quota sulle colline liguri.

DOMANI TORNA LA NEVE A BASSA QUOTA

La nuova perturbazione atlantica si avvicinerà ulteriormente all’Italia nel corso di domani, coinvolgendo direttamente il nord-ovest. Dunque tornerà il maltempo con piogge e anche nevicate sino a quote basse. L’aria fredda presente nei bassi strati permetterà l’arrivo della neve sino in pianura sul Piemonte, specie tra torinese e cuneese con temperature tra 0 e 2°C. Man mano che ci sposteremo verso est avremo temperature via via sempre più alte e dunque possibilità di neve che si ridurranno sempre più. Ad esempio su zone come il novarese e il vercellese avremo già condizioni per pioggia mista a neve (tutta neve solo in caso di forti fenomeni), mentre sulla Lombardia la neve cadrà solo oltre i 300/400 metri di altitudine. 
Anche astigiano, alessandrino, biellese e torinese saranno al limite a causa delle temperature non eccezionalmente basse : la quota neve sarà tra i 100 e 200 metri (che si tratta comunque di una quota pianeggiante) e quindi sarà difficile assistere ad accumuli importanti. Molto più probabile una semplice spolverata. Andrà sicuramente meglio nel cuneese dove nevicherà dai 100 metri ( ci saranno accumuli anche di diversi centimetri)  e anche nel verbano dove nevicherà debolmente a quote bassissime. Neve anche in Valle d’Aosta a tutte le quote.
Neve dai 200-300 metri nell’Emilia occidentale (grossomodo piacentino) con precipitazioni anche forti (dopo le forti nevicate di ieri in Appennino), mentre sul nord-est i fenomeni saranno pressocchè assenti.

TRAMONTANA SCURA IN LIGURIA

Molto probabilmente tornerà la neve a bassa quota anche in Liguria dopo una lunga assenza. Già stasera avremo locali nevicate sino a quote collinari, ma domani l’ulteriore avvicinamento della perturbazione innescherà i venti di tramontana scura sulla Liguria centrale che convoglieranno l’aria fredda del basso Piemonte e dei rilievi liguri trascinandola sin su savonese e genovese permettendo un netto calo delle temperature anche in questi settori, sin sulle coste.
È una configurazione classica della Liguria che crea un netto divario termico tra la Liguria centrale e i relativi settori a est ed ovest (imperiese e spezzino o anche lo stesso genovesato orientale).
Domani pertanto la quota neve risulterà particolarmente bassa tra Savona e Genova, sin sui 100/200 metri e durante i fenomeni più forti anche sin verso le coste. Gli accumuli partiranno probabilmente dai 150/200 metri di altitudine (anche di diversi centimetri) soprattutto nel savonese. Accumuli oltre i 10/15 cm in collina oltre i 500 metri. 

PIù STABILE ALTROVE

Avremo locali piogge su Toscana, Sardegna e Sicilia occidentale, mentre sul resto della penisola avremo cieli poco nuvolosi o nuvolosi in un contesto molto secco. Le temperature tuttavia si manterranno nella media del periodo specie sul nord-est dove la massime non andranno oltre i 8-9 °C. Massime fino a 12-14 °C sul centro-sud. Ventilazione nel complesso debole al centro-sud dopo le fortissime raffiche di libeccio degli ultimi giorni. Scirocco in intensificazione da domani sera in Sicilia.

 


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Previsioni meteo oggi: attesi temporali al Nord, possibili grandinate

Sicilia : scossa di terremoto a Milazzo nettamente avvertita fino a Messina – dati INGV

Scossa di terremoto fra Molise e Abruzzo: paura e gente in strada. DATI UFFICIALI INGV.

CONFERMATO importante cambiamento delle condizioni atmosferiche entro fine mese
PIOGGE al nord e su parte del centro tra domenica notte e lunedi (le mappe)

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia: