Gelo e neve in Europa ; nevicata record su Mosca, quasi mezzo metro in un giorno!

Straordinaria nevicata colpisce Mosca, caduti 43 cm in 24 ore, raggiunto un nuovo record!

Una nevicata eccezionale ha colpito Mosca negli ultimi giorni, come da decenni non si vedeva! Ricordiamo che Mosca è sicuramente caratterizzata da clima molto rigido nel periodo invernale, tuttavia non sempre molto nevoso a causa dell’assenza di mari in grado di generare nevicate importanti (classico clima gelido continentale).

L’apice della nevicata è stato raggiunto tra sabato 3 e domenica 4 febbraio quando in 24 ore sono caduti ben 43 cm di neve fresca, un accumulo straordinario per la capitale russa che supera ogni precedente record! L’ultima più grande nevicata su Mosca è avvenuta nel 1957 quando caddero 38 cm di neve in 24 ore, un record rimasto intoccato sino a questi giorni. Con questi 43 cm di neve Mosca ha raggiunto un nuovo record! Addirittura in alcune zone di Mosca pare che siano stati superati anche i 50 cm di neve, una situazione che ha ovviamente mandato in tilt la città abituata senza dubbio al gran gelo ma non a simili accumuli nevosi. 

Le autorità località hanno richiesto l’aiuto dell’esercito per ripulire numerose strade rimaste sommerse dalla neve. Migliaia di alberi sono caduti sotto il peso della neve, alcuni dei quali hanno distrutto linee elettriche e causato anche incidenti stradali. Sono decine le persone ferite nella sola Mosca e purtroppo sono state confermate anche alcune vittime soprattutto a causa degli incidenti. Questa nevicata eccezionale è avvenuta su Mosca con temperature di poco inferiori allo zero, quindi non in presenza di grandi ondate di gelo.

Il serbatoio freddo tra Europa orientale e Russia è stato comunque fondamentale per l’arrivo della neve fino in pianura, resa possibile anche dall’ingresso di freddi venti continentali al suolo provenienti dai settori settentrionali. Ma come sono state possibili nevicate così forti e abbondanti?

La vasta saccatura fredda di origine polare che si estende dalla Russia sin verso l’Europa sud-occidentale (dove ha riportato la neve a Parigi e anche a Madrid) e addirittura sin verso il Marocco e le isole Canarie ha innescato un enorme flusso di aria più mite e umida, lungo il suo bordo orientale/meridionale, che risale dal Mediterraneo e i settori settentrionali del nord Africa sin verso la Russia. Questo flusso di aria più mite e carica di umidità alle medio-alte quote dopo aver superato regioni come la Romania, la Bulgaria e l’Ucraina si è diretta sulla Russia europa scorrendo sopra il cuscino di aria fredda presente nei bassi strati. Il contrasto ha originato estesa nuvolosità che ha dispensato nevicate diffuse e di forte entità che hanno sommerso Mosca e tutte le zone limitrofe sotto quasi mezzo metro di neve fresca. Ora le nevicate sono cessate ma è sopraggiunto un vasto nocciolo gelido proveniente dalla Siberia che ha provocato un sensibile calo termico nella capitale russa. Attualmente i valori termici sono inferiori ai -10 e tutta la neve caduta si è congelata.

Stupendo il video registrato ieri a Mosca e pubblicato sui social network da Gianbattista Celotto :

se non visualizzi il video clicca qui >>>

Prosieguo di febbraio con tanto gelo e neve? Eloquenti gli ultimi aggiornamenti >>>


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Previsioni meteo oggi: attesi temporali al Nord, possibili grandinate

Sicilia : scossa di terremoto a Milazzo nettamente avvertita fino a Messina – dati INGV

Scossa di terremoto fra Molise e Abruzzo: paura e gente in strada. DATI UFFICIALI INGV.

CONFERMATO importante cambiamento delle condizioni atmosferiche entro fine mese
PIOGGE al nord e su parte del centro tra domenica notte e lunedi (le mappe)

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia: