Forti nevicate sull’Appennino meridionale! Oltre 40 cm tra Sicilia e Calabria

Intense nevicate sull’Appennino meridionale. Colpite Basilicata, Calabria e Sicilia. Oltre 40 cm sulla Sila in poche ore!

Come previsto nei giorni precedenti una discreta irruzione artica ha coinvolto le regioni del centro-sud, principalmente il meridione, dove ha portato maltempo e nevicate a bassa quota. 

Il vortice di bassa pressione formatosi ieri notte nel mar Ligure, alimentato dall’aria fredda di origine artica proveniente dal nord Europa (con isoterme vicine ai -32°C a 5500 metri), si è rapidamente diretto sul basso Tirreno e per finire sul mar Ionio approfondendosi sempre più e innescando la formazione di estesi nuclei instabili che si sono diretti su Lazio, Campania, Calabria, Sicilia, Basilicata e a tratti anche Molise e Puglia.

La depressione ha così dispensato piogge diffuse e nevicate a quote collinari, localmente anche in bassa collina come ad esempio sui settori tirrenici tra Campania e Basilicata, provocando anche disagi.

Bianco risveglio stamane per molte località del sud Italia dopo le discrete nevicate di ieri. I fiocchi bianchi hanno raggiunto a tratti anche i 250/300 metri di quota tra salernitano, avellinese e potentino, specie nelle zone interne e nelle vallate. Imbiancata anche Potenza da circa 5 cm di neve in città (anche oltre 10 cm fuori città). Neve oltre i 500 metri nel materano, Murge, Subappennino Dauno e Gargano.

Le precipitazioni, a tratti abbondanti, sono durate per gran parte della giornata di mercoledi e anche parzialmente nelle ore notturne di oggi. In Appennino i settori più colpiti dalle nevicate risultano i tratti lucani, calabresi e siculi : oltre 30 cm di neve fresca sono caduti in poche ore sul Pollino sin verso i 1000 metri di quota, mentre a quote più alte si registrano picchi fino a 50 cm. Oltre 40 cm a 1000/1200 metri anche su Sila e Aspromonte grazie alle perpetue precipitazioni giunte dal mar Tirreno tra ieri pomeriggio e la mattinata di oggi.

Ottime nevicate anche per i rilievi della Sicilia, sin verso gli 800 metri di quota. A trarre i maggiori benefici sono state le Madonie, i Nebrodi e il versante settentrionale dei Peloritani, dove sono caduti tra i 20 e i 40 cm di neve oltre i 1100/1300 metri. Nevicate anche sull’Etna sin verso i 700/800 metri di quota (imbiancata anche Randazzo).

 


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Sicilia : scossa di terremoto a Milazzo nettamente avvertita fino a Messina – dati INGV

Scossa di terremoto fra Molise e Abruzzo: paura e gente in strada. DATI UFFICIALI INGV.

Ultim’ora: scossa di terremoto in Molise, avvertita dall’Abruzzo alla Puglia [MAPPA]

PIOGGE al nord e su parte del centro tra domenica notte e lunedi (le mappe)
Il tempo del fine settimana in Italia: ecco chi rischia l’acquazzone (MAPPE ALL’INTERNO)

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia: