Il cielo di Maggio 2015: stelle, costellazioni, pianeti, congiunzioni, meteoriti

Il cielo di Maggio2015: stelle, costellazioni, pianeti, congiunzioni, meteoriti

Astronomia, il cielo di Maggio 2015:  Perielio,Sciami Meteorici e Congiunzioni Astrali.

Il cielo di maggio appare come un’anticipazione del cielo estivo; le costellazioni tipiche dell’inverno sono ormai tramontate e la Via Lattea estiva comincia a comparire ad est.

Ad est, fa la sua comparsa l’asterismo del Triangolo Estivo, pur se molto basso, con le costellazioni del Cigno e della Lira.

A sud-est, fa la sua comparsa la parte più settentrionale dello Scorpione, con la rossa stella Antares, e il gruppo indistinto di stelle luminose facenti parte della costellazione australe del Lupo.

A sud, sono ben evidenti le stelle settentrionali del Centauro; a partire dalle medie latitudini boreali, avendo a disposizione un cielo meridionale libero da ostacoli, è possibile osservare il celebre ammasso globulare Omega Centauri, il più luminoso della volta celeste.

Ad ovest, l’Idra, il Cancro e i Gemelli si abbassano sempre più sull’orizzonte, mentre a nord parte dell’Auriga e di Perseo risultano ancora visibili.

In alto nel cielo prevalgono le figure del Boote e dell’Orsa Maggiore; prolungando verso sud l’arco segnato dal timone del Grande Carro si trova prima la rossa Arturo, nel Boote, e poi l’azzurra Spica, nella Vergine.

Congiunzioni planetarie :

  • 6 maggio – Luna-Saturno nella Vergine
  • 19 maggio – Luna-Mercurio nel Toro
  • 21 maggio – Luna-Venere nei Gemelli
  • 23 maggio – Luna-Giove nel Cancro

Il mese è propizio per l’osservazione dei seguenti oggetti celesti, visibili anche con un piccolo binocolo

  • M4, un ammasso globulare nella costellazione dello Scorpione;
  • la Nebulosa Trifida, una nebulosa diffusa nel Sagittario;
  • la Nebulosa Laguna, un’altra nebulosa diffusa nel Sagittario;
  • M29, un ammasso aperto visibile nella costellazione del Cigno;
  • M39, un altro ammasso aperto nel Cigno;
  • Cr 399, noto come “Attaccapanni”, un ammasso aperto nella Volpetta
  • l’Ammasso del Presepe (M44) nel Cancro;
  • l’Ammasso Doppio h+χ Per, in Perseo;
  • M101, una galassia spirale nell’Orsa Maggiore
  • la Galassia Sombrero (M104), una galassia spirale nella Vergine;
  • M13, un brillante ammasso globulare nella costellazione di Ercole;
  • l’Ammasso della Chioma, visibile quasi allo zenit in direzione sud nella Chioma di Berenice;
  • M5, un ammasso globulare visibile nella costellazione del Serpente;
  • Omega Centauri, un ammasso globulare che alle latitudini medie boreali si mostra estremamente basso sull’orizzonte.

 

Sciami meteorici

Le alfa Scorpidi (max 2/3 maggio) con le loro caratteristiche stelle cadenti brillanti e colorate saranno favorevoli all’osservazione, mentre purtroppo le osservazioni delle correnti minori dalla zona dell’Ofiuco (max 12/13 e 14/15 maggio) verranno disturbate in buona parte dalla Luna, sempre presente dopo il crepuscolo serale fine alla seconda parte della notte.

Le eta Liridi (max 9/10 maggio), generate dalla cometa 1983 VII Iras-Araki-Alcock, saranno tutto sommato abbastanza favorevoli all’osservazione, poiché potranno essere seguite nella seconda parte della notte, quando comunque il radiante sarà alla maggiore altezza sull’orizzonte e la Luna sarà al tramonto.

Durata del dì

Per quel che riguarda la durata del dì con Maggio prosegue l’aumento dell’insolazione, ma trovandoci nella maturità astronomica della Primavera, l’entità dell’aumento mensile rallenta rispetto ad Aprile; il Solstizio d’Estate non è infatti poi così lontano.

Dal punto di vista meteorologico Maggio è un mese primaverile ma più caldo e stabile a livello nazionale, specie al Centro-Sud. La durata dell’arco diurno ormai lunga e l’altezza raggiunta dal Sole sull’orizzonte danno luogo ad un costante e progressivo rialzo termico. Al Centro-Sud e sulle Isole diventano sempre più frequenti le invasioni di aria calda subtropicale, indice delle prime risalite dell’anticiclone subtropicale. Al Nord, sulle aree appenniniche ed in parte sul Medio Adriatico le temperature tendono ad essere più fresche e si osserva un maggiore attività temporalesca, complice una minore protezione anticiclonica. Naturalmente fasi piovose, generalmente temporalesche, sono ancora possibili anche sul resto del Paese, ma i periodi di bel tempo tendono a divenire sempre più duraturi, preannunciando l’arrivo della stagione estiva, il periodo dell’anno solitamente più asciutto per gran parte dell’Italia (con l’eccezione delle Alpi).

Per quel che riguarda l’aumento mensile dell’insolazione , prendendo per riferimento Roma che ha una latitudine di quasi 42° (e che può quindi essere considerata come un punto geografico intermedio tra Nord e Sud Italia) si ha la seguente situazione (gli orari riportati seguono l’ora solare):

Il 1° Maggio il Sole sorge alle 5: 05 e tramonta alle alle 19:09

Il 31  Maggio il Sole sorge alle 4:37 e tramonta alle 19:38

Per consultare quotidianamente le previsioni meteo per tutta italia e tutte le regioni potete navigare su InMeteo dovete troverete tutte le informazioni necessarie.

Puoi seguirci anche su Facebook.

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti