Meteo Aprile 2018, le tendenze elaborate dai principali centri di ricerca

Meteo Aprile 2018

Meteo aprile 2018 – Aprile rappresenta il secondo mese della primavera meteorologica. Durante questo periodo si ha  il totale decadimento del vortice polare e spesso si hanno gli ultimi scambi di calore meridiani e primi temporali. Essendo un mese di transizione mostra dei caratteri molto perturbati e piovosi.

Meteo Aprile 2018: analisi delle anomalie

La mappa di lato rappresenta l’anomalia di temperatura prevista al suolo dal modello matematico CFSv2. Dalla osservazione della medesima si notano una predominanza di anomalia negative sull’Europa centro settentrionale. Neutro-negative sul restante dominio della mappa. Ad oggi riteniamo che le anomalie medie previste possano  corrispondere a quelle previste da questa emissione dal modello CFS.  A grandi linee crediamo che il pattern circolatorio che si verrà a creare nel mese di Aprile possa risultare dal punto di vista termico in media/sotto media, anche sull’Italia, mentre per quanto riguarda le precipitazione potrà chiudere sopra media.

Meteo Aprile 2018, conclusioni: 

Secondo quanto appena analizzato riteniamo che il pattern circolatorio a livello Europeo del mese possa vedere discese di aria Artica verso il Mediterraneo alternate da moderate pause anticicloniche di matrice azzorriana. Possibilità di forte maltempo soprattutto al Centro Sud e sull’Est europa in generale.

Ai fini di un’informazione più chiara possibile vi elenchiamo sotto le proiezioni mensili dei principali centri di calcolo Mondiali ed Europei. Per consultare le proiezioni singolarmente è sufficiente cliccare sul nome del centro di ricerca scelto e si aprirà una finestra con la pagina web di Origine.

Meteo Primavera 2018 – TENDENZA PREVISIONI PER LA PRIMAVERA CLICCA QUI

MODELLO TEMPERATURE PRECIPITAZIONI
IBIMET  nd   nd
CFS/NCEP sotto media   sopra media
GSFC/NASA  in media    in media
LAMMA   in media    in media
NCAR  sotto media     in media

Tuttavia ricordiamo ai lettori che questo appena letto rappresenta tendenze a lunghissimo termine e non vanno considerate come previsioni.

 

COMMENTS