Meteo Febbraio 2016, le tendenze dei principali centri di ricerca

Previsioni Meteo Febbraio 2016: Previsioni e tendenze mensili elaborate dai migliori centri di ricerca del mondo, a cura di InMeteo.

Febbraio rappresenta l’ultimo mese dell’inverno meteorologico. Tuttavia è proprio durante questo mese che spesso si manifestano gli eventi che caratterizzano l’inverno, esprimendo tutte le  sue potenzialità con nevicate fino al piano soprattutto al Nord e al centro. Questo in quanto in questo mese rallenta la tensione zonale e lasciando più spazio all’anticiclone delle Azzorre di elevarsi verso latitudini più alte.  Sarà anche quest’anno così?

Meteo Febbraio 2016: analisi delle anomalie

Meteo Febbraio 2016: analisi delle anomalie

Vi mostriamo una mappa elaborata dal modello Americano CFSv2. Dalla osservazione della medesima si nota una forte anomalia positiva estendersi dal portogallo e in tutta l’Europa con i suoi massimi stuati sull’Europa dell’Est. Noi dello staff di InMeteo riteniamo che le anomalie medie non corrispondano al pattern circolatorio che si verrà a creare nella mensilità di Febbraio 2016. Crediamo in un pattern più acceso (positivo) sugli stati che affacciano sull’Atlantico, mentre riteniamo che si possano avere anomalie fortemente negative nei reparti Norvegesi e dell’Europa dell’Est. Anomalie neutre o leggermente negative sull’Italia.

Meteo Febbraio 2016, conclusioni: 

Secondo quanto appena analizzato riteniamo che il pattern circolatorio a livello Europeo potrà essere caratterizzato da anomalie molto diverse da quelle mostrate nella mappa. Il freddo si troverà spesso molto vicino all’Italia e al Mediterraneo (Norvegia ed Est Europa). In queste condizioni non serviranno particolari condizioni di blocco per generare veloci incursioni di aria Artica e  Artica Continentale, il tutto intervallato anche da lunghe fasi anticicloniche che vedrebbero l’anticiclone delle Azzorre disteso lungo i paralleli.

Importante aggiornamento del 3 Febbraio: Secondo gli ultimi aggiornmenti modellistici si notà un forte indebolimento di tutta la struttura del vortice polare generata da un potente riscaldamento stratosferico. Ma gli effetti di tale dinamica sul bacino del Mediterraneo si potranno avvertire solo a fine mese. Tuttavia siamo entrati un range temporale in cui anche i modelli matematici riescono a fornirci degli indizi. Di conseguenza riteniamo che sul finire della prima decade assisteremo ad un progressivo aumento dell’instabilità in un contesto mite o in media stagionale, per scenari più freddi e possibili nevicate fino a quote molto basse bisognerà aspettare la fine di Febbraio.

Meteo Febbraio 2016 – TENDENZA PREVISIONI PER L’INVERNO CLICCA QUI

Ricordiamo ai lettori che questo appena letto rappresenta tendenze a lunghissimo termine e non vanno considerate come previsioni.

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti