Newsletter Facebook Fanpage Twitter InMeteo Google Plus InMeteo Pinterest Canale Youtube FEED RSS INMETEO

Meteo Febbraio 2015, le tendenze dei principali centri di ricerca


Previsioni Meteo Febbraio 2015: Previsioni e tendenze mensili elaborate dai migliori centri di ricerca del mondo, a cura di InMeteo.

Febbraio rappresenta l’ultimo mese dell’inverno meteorologico. Tuttavia è proprio durante questo mese che spesso si manifestano gli eventi che caratterizzano l’inverno, esprimendo tutte le  sue potenzialità con nevicate fino al piano soprattutto al Nord e al centro. Questo in quanto in questo mese rallenta la tensione zonale e lasciando più spazio all’anticiclone delle Azzorre di elevarsi verso latitudini più alte.  Sarà anche quest’anno così?

Meteo Febbraio 2015: analisi delle anomalie

Meteo Febbraio 2015: analisi delle anomalie

Meteo Febbraio 2015: analisi delle anomalie

Vi mostriamo una mappa elaborata dal modello Americano CFSv2, . Dalla osservazione della medesima si notano delle anomalie neutre in Atlantico. Mentre ritroviamo anomalie negative su parte della  Norvegia e su Ovest Russia.. Inoltre si nota una forte anomalia positiva estendersi dai Balcani e in tutta l’Europa dell’Est. Ad oggi riteniamo che le anomalie medie non corrispondano a grandi linee al pattern circolatorio che si verrà a creare. Noi di InMeteo crediamo in un pattern più acceso in Atlantico e mentre anomalie fortemente negative nei reparti Norvegesi e dell’Europa dell’Est. Anomalie neutre o leggermente negative sull’Italia.

Meteo Febbraio 2015, conclusioni: 

Secondo quanto appena analizzato riteniamo che il pattern circolatorio a livello Europeo potrà essere caratterizzato da incursioni di stampo Artico Continentale con asse scandinavo e occasionalmente anche puramente continentali. Ovviamente il tutto intervallato anche da lunghe fasi anticicloniche che vedrebbero l’anticiclone delle Azzorre disteso lungo i paralleli.

Meteo Febbraio 2015 – TENDENZA PREVISIONI PER L’INVERNO CLICCA QUI

Tuttavia ricordiamo ai lettori che questo appena letto rappresenta tendenze a lunghissimo termine e non vanno considerate come previsioni.