Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Ignaz : dopo il Ciclone Olga ecco che arriva l’Anticiclone africano

Ignaz : dopo il Ciclone Olga ecco che arriva l’Anticiclone africano

23 Aprile 2012, ore 17:26

IGNAZ : L’ANTICICLONE AFRICANO – Attualmente,come possiamo vedere dall’immagine sinottica, a largo della Gran Bretagna sta agendo il ciclone Olga.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il ciclone Olga andrà affievolendosi nel corso di Martedi 24 per poi approfondirsi nuovamente il giorno del 25 Aprile fino a raggiungere una profondità di 975hpa. Il rinvigorimento si avrà grazie al moto retrogrado del ciclone Olga che sarà richiamato in Atlantico a causa della forte accelerazione della corrente a getto (jet stream ovvero i venti in alta quota) .

Intensità elevata del Jet Stream a sud della Groenlandia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inoltre la corrente a getto subirà una forte accelerazione in pieno Atlantico a causa dei forti contrasti termici tra aria gelida in uscita dalla Groenlandia e l’aria calda oceanica e di conseguenza la saccatura dove si era instaurato il ciclone Olga si approfondirà notevolmente in Atlantico lambendo le coste occidentale dell’Europa.

Forte accelerazione del Jet Stream in pieno Atlantico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 PREVISIONI PER I PROSSIMI GIORNI IN ITALIA

La conseguente logica azione dell’approfondimento della saccatura fredda in Atlantico sarà una rimonta altopressoria sulla nostra penisola.

Si tratta del caldo anticiclone proveniente dall’Africa soprannominato IGNAZ  e che farà lievitare notevolmente le temperature regalandoci un’assaggio di estate. L’anticiclone IGNAZ  si posizionerà sulla nostra penisola fino alla fine del mese portando con se termiche in alta quota molto alte per il periodo (addirittura la Sardegna potrà essere raggiunta da +20 °C a 850hpa) . Le zone che vedranno la colonnina di mercurio salire notevolmente saranno le due Isole, la pianura Padana (in particolare al Nord-Ovest)  e le zone adriatiche dove agirà il Garbino, ovvero i venti caldi di caduti dall’Appennino (in particolare Puglia e Abruzzo).

PREVISIONI PER I PROSSIMI GIORNI IN ITALIA

A cura di Raffaele Laricchia