Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Allerta meteo Protezione civile domani 18 Dicembre 2012: maltempo e venti forti

Allerta meteo Protezione civile domani 18 Dicembre 2012: maltempo e venti forti

by Francesco Ladisa

Allerta meteo Protezione civile domani 18 Dicembre 2012: maltempo e venti forti sulle regioni meridionali, ecco le previsioni

Allerta meteo Protezione civile domani 18 Dicembre 2012: Domani il maltempo che nelle ultime ore sta imperversando sulle regioni centrali si sarà spostato all’estremo Sud, e apporterà fenomeni soprattutto fra zone ioniche e Puglia. Qualche pioggia sarà ancora presente al Centro Italia mentre il tempo sarà decisamente stabile al Nord. Forti venti dai quadranti settentrionali e diversi bacini agitati o in burrasca. Vediamo tutti i dettagli con il bollettino previsionale della Protezione Civile per la giornata di domani, Martedì 18 Dicembre 2012.

Allerta meteo Protezione civile domani 18 Dicembre 2012

Allerta meteo Protezione civile domani 18 Dicembre 2012: maltempo e venti forti sulle regioni meridionali

Allerta meteo Protezione civile domani 18 Dicembre 2012 – le previsioni del tempo di domani

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori tirrenici di Sicilia e Calabria, con quantitativi moderati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sulle restanti regioni meridionali e su Sardegna, Molise e coste dell’Abruzzo, con quantitativi cumulati generalmente deboli o puntualmente moderati sulla Puglia garganica.
Nevicate: sparse sulla Valle d’Aosta e aree di confine dell’Alto Adige, con quantitativi cumulati deboli o localmente moderati.
Visibilità: nelle ore notturne e fino al primo mattino locali banchi di nebbia sulla Pianura Padana centro-orientale.
Temperature: in diminuzione al centro-sud, localmente sensibile.
Venti: forti o di burrasca nord-occidentali su Sardegna, Sicilia e Calabria; forti settentrionali, con raffiche di burrasca, su Puglia e zone costiere di Basilicata, Abruzzo e Molise, localmente forti settentrionali sulle rimanenti regioni del centro-sud; raffiche di Foehn sulle aree alpine centro-occidentali, con locali sconfinamenti sulle prospicienti zone pianeggianti.
Mari: agitato il Mar di Sardegna, il Tirreno centro-meridionale, lo Stretto di Sicilia, lo Ionio meridionale e localmente l’Adriatico meridionale; molto mossi i rimanenti bacini.

A cura di Francesco Ladisa