Home > Salute, scienze e tecnologie > Scandalo Sanità: appalti pilotati e corruzione, 15 persone indagate in Lombardia

Scandalo Sanità: appalti pilotati e corruzione, 15 persone indagate in Lombardia

by Francesco Ladisa
14 Gennaio 2013 - 1:08

Scandalo Sanità: appalti pilotati e corruzione, 15 persone indagate ora rischiano processo. 

Scandalo Sanità / Nuova bufera in materia di sanità e illegalità d’appalti, nella regione Lombardia.  Il pm Tiziana Siciliano ha notificato a 15 persone, fra cui figurano noti responsabili di diversi ospedali nel mantovano e a Monza, l’avviso di conclusione delle indagini, condotte dalla Digos di Lecco, in vista della richiesta di processo. Con questa indagine, con al centro presunti appalti pilotati e per tanto non idonee alle normali leggi (sul cosiddetto ‘tele-ospedale’ e sulle assicurazioni per gli ospedali) sono quattro in tutto le inchieste che vedono indagato il cosiddetto ‘deus ex machina’ della sanità lombarda.

Scandalo Sanità: appalti pilotati e corruzione, 15 persone indagate

Scandalo Sanità: appalti pilotati e corruzione, 15 persone indagate

Stiamo parlando del direttore generale Lucchina che doveva già rispondere di corruzione nell’inchiesta Maugeri, prossima alla chiusura e che vede indagato anche il governatore Formigoni, ed è accusato di turbativa d’asta sulle sperimentazioni cliniche in un’altra indagine, chiusa da poco dalla Procura di Milano. Mentre a Varese è finito nel registro degli indagati per una vicenda di presunti rapporti illeciti tra cliniche convenzionate e amministrazione regionale.