Home > Salute, scienze e tecnologie > Roberta Benetti scopre le molecole per bloccare la proliferazione dei tumori

Roberta Benetti scopre le molecole per bloccare la proliferazione dei tumori

by Raffaele Laricchia
20 Gennaio 2013 - 19:46
Roberta Benetti

Roberta Benetti – Importantissima scoperta scientifica. Individuate le molecole per bloccare i tumori senza chemio e radioterapie.

Roberta Benetti/ La trentasettenne Roberta Benetti, originaria di Monfalcone, insieme al suo staff porta a compimento un’importantissima scoperta scientifica, mirata al blocco della proliferazione delle cellule tumorali. Lo studio portato a termine dalla Benetti è stato realizzato grazie al prezioso contributo dell’AIRC (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) ed è stato pubblicato Mercoledi sulla rivista internazionale Cancer Research dell’American Association for Cancer Research,di prestigio mondiale.

Un’importantissima scoperta. Dopo anni di ricerche Roberta Benetti è riuscita ad individuare quelle molecole capaci di bloccare la proliferazione delle cellule tumorali, aggredendo solo le cellule malate. Dunque potrebbe rappresentare l’alternativa alla chemioterapia e alla radioterapia, in quanto l’organismo si autoproteggerebbe dal cancro con molecole prodotte dall’organismo stesso. Nei prossimi anni questa nuova cura potrebbe definitivamente eliminare le chemio e le radioterapie.

Roberta Benetti

Roberta Benetti – Importantissima scoperta scientifica. Individuate le molecole per bloccare i tumori senza chemio e radioterapie.

La facoltĂ  di Medicina dell’UniversitĂ  di Udine, dove la Benetti ha portato a compimento lo studio assieme al suo staff di ricerca (composto da Michele Scarola, Stefan Schoeftner e Claudio Schneider), si espone riguardo la scoperta : “In particolare, la ricerca ha per la prima volta dimostrato che una delle molecole microRna, precisamente la miR-335, è direttamente responsabile nel controllo, della generazione e delle funzioni dell’oncosoppressore Rb, gene coinvolto nella protezione dello sviluppo dei tumori. Inoltre, nello studio si evince che l’espressione della miR-335 influisce in modo diretto nel bilanciare il delicato equilibrio di protezione contro lo sviluppo tumorale, perchĂ© intacca attraverso l’indiretta influenza anche sull’oncosoppressore p53, gli effetti di due fondamentali proteine note per essere deregolate nella genesi dei tumori”.