Home > Salute, scienze e tecnologie > Tumori all’utero: tanti i casi, ma presto la malattia potrà essere sconfitta

Tumori all’utero: tanti i casi, ma presto la malattia potrà essere sconfitta

by Francesco Ladisa

Tumori all’utero: 3.500 i casi in un anno, ma la ricerca ha fatto passi da gigante

Tumori all’utero / Ogni anno in Italia si registrano 3.500 casi circa di tumore al collo dell’utero, patologia sempre più diffusa negli ultimi tempi ma anche per questo oggetto di ricerca: una malattia che presto potrebbe essere sconfitta, almeno parzialmente, grazie alla prevenzione, con Hpv Test e Pap Test, e col vaccino contro il papilloma virus. E’ il quadro tracciato dall’Osservatorio Nazionale per la salute della Donna.

Tumori all'utero

Tumori all’utero: 3.500 casi all’anno, ma la ricerca è a una svolta importante

A Roma, nello specifico presso gli Istituti Regina Elena e San Gallicano, è stato oggi inaugurato il centro multidisciplinare per la prevenzione e la cura dell’HPV ,  l’infezione a trasmissione sessuale più comune, che può causare la formazione di lesioni pre-cancerose. L’HPV si trasmette con i rapporti sessuali durante contatti stretti tra pelle e pelle (anche protetti in alcuni casi); pochissime delle donne infettate dall’HPV sviluppano un tumore cervicale: il virus è quindi solo una delle cause del tumore, ma è una causa necessaria. Quasi tutte le donne affette da tumore del collo dell’utero risultano infatti positive per l’infezione da HPV.

A cura di Francesco Ladisa