Home > Fisica Generale > Energia e Ambiente > Esplosione nucleare in Russia : 7 vittime, confermata fuga di radiazioni

Esplosione nucleare in Russia : 7 vittime, confermata fuga di radiazioni

14 Agosto 2019, ore 12:44

ESPLOSIONE NUCLEARE IN RUSSIA | Ieri pomeriggio vi abbiamo informato in questo articolo dell’esplosione nucleare avvenuta in una base militare russa, precisamente nel poligono marittimo di Nyonoksa, nell’estremo nord della Russia. L’esplosione pare essere avvenuta l’8 agosto, ben 6 giorni fa, ma in pochi ne hanno parlato sul web.

CONFERMATA FUGA DI RADIAZIONI | Secondo nuovi aggiornamenti che arrivano dalla Russia, sono almeno 7 le vittime registrate nelle immediate vicinanze dell’esplosione nucleare. A distanza di quasi una settimana è stato riconosciuto dalla Russia il carattere nucleare dell’esplosione.

Inizialmente si era ipotizzato un incremento del livello di radiazioni nella città russa di Severodvinsk di 16 volte, ma dai nuovi aggiornamenti pubblicati dall’agenzia nucleare russa (Rosatom) pare che il livello radioattivo possa essere di ben 20 volte superiore al normale. La stessa agenzia conferma la fuga di radiazioni.
Tuttavia chiariamo che l’esplosione avvenuta non è assolutamente paragonabile al disastro di Chernobyl. Inoltre il rischio di conseguenze in Italia (e probabilmente per l’intera Europa) è pressocchè nullo. Ad oggi infatti non sono stati registrati aumenti di radioattività i molti paesi vicini all’Italia.

Un video diffuso sul web mostra una potente esplosione con classico “fungo atomico”, caratterizzata anche da un’onda d’urto maestosa. Alcune fonti collegano l’esplosione al disastro nucleare avvenuto realmente a Nyonoksa, mentre altre fonti ipotizzano che si tratti dell’esplosione di un deposito di armi russo avvenuta il 5 agosto. 

video
play-sharp-fill