Home > Meteo News > Estate settembrina: clamoroso zero termico oltre 4600 metri sulle Alpi

Estate settembrina: clamoroso zero termico oltre 4600 metri sulle Alpi

14 Settembre 2019, ore 18:14

Dopo le forti nevicate dei giorni scorsi sull’arco alpino sino a quote relativamente basse per il periodo, con fiocchi di neve comparsi addirittura sui 1300 metri, la situazione è improvvisamente e drasticamente cambiata.
L’anticiclone africano ha riconquistato l’Italia seppur senza presentare temperature eccezionali alle medio-basse quote, come anche ovvio che sia in questo periodo dell’anno.

Ma c’è una particolarità: l’anticiclone giunto sull’Italia è particolarmente coriaceo e soprattutto presenta elevati geopotenziali, fattore decisivo per la spinta dell’aria più calda sino a quote elevate. Come raramente si verifica a metà settembre, i geopotenziali risultano da piena estate su tutto il centro-nord Italia, e di conseguenza la colonnina di mercurio sale inesorabilmente soprattutto sui rilievi anche a quote proibitive.

Nella giornata di ieri, 13 settembre, lo zero termico si è portato tra i 4600 e i 5000 metri di altitudine sulle Alpi: a dimostrarlo è la temperatura rilevata a Capanna Margherita, nella zona di Macugnana  (VB) a circa 4560 m s.l.m. sul monte Rosa in Piemonte. La temperatura massima ha raggiunto i 4.1°C e oggi la situazione è molto simile.
Questo improvviso aumento della temperatura ha causato la rapida fusione di tutta la neve caduta nei giorni scorsi.