Protezione civile, dati coronavirus del 9 aprile 2020: calano i ricoveri, ma ancora tanti i contagi

by Raffaele Laricchia
9 Aprile 2020 - 18:36

Situazione grossomodo stazionaria o in lieve peggioramento rispetto a ieri: dalla conferenza stampa della protezione civile emerge un lieve aumento delle vittime nelle ultime 24 ore e anche un aumento dei tamponi totali positivi (ben 4.204 nelle ultime 24 ore). Tuttavia è bene chiarire che l’aumento dei contagiati arriva a seguito di un sensibile aumento dei tamponi effettuati: la maggior parte dei nuovi contagi sono in isolamento domiciliare in quanto non presentano gravi sintomi tali da comportare il ricovero ospedaliero (insomma, sono venuti alla luce un buon numero di asintomatici o persone con sintomi molto lievi).

Per il quinto giorno consecutivo cala il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva (86 i letti vuoti in più rispetto a ieri, che non sono stati occupati). Quasi 2000 i guariti in un giorno.

Secondo l’ultimissimo aggiornamento della Protezione Civile (ore 17.00 di oggi 9 aprile 2020) al momento abbiamo:
– 96.877 casi ATTUALMENTE positivi (+1.615 rispetto a ieri)
– 18.279 vittime (+610 rispetto a ieri)
– 28.470 guariti (+1.979 rispetto a ieri)
– 3.605 in terapia intensiva (-88 rispetto a ieri)
– 28.399 ricoverati con sintomi (-86 rispetto a ieri)

– totale tamponi positivi oggi: 4.204 (+368 rispetto a ieri)

Nel conteggio delle vittime sono presenti sia quelle “con coronavirus” che “per coronavirus”. Almeno il 21% dei deceduti presenta almeno una patologia pregressa (non necessariamente grave), un altro 25% almeno due patologie e il 50% ben tre patologie; solo il’2% non presenta alcuna patologia. Molti purtroppo i pazienti che richiedono la terapia intensiva per far fronte alla malattia (circa il 6% del totale dei casi positivi al momento). Il 67% dei positivi è in isolamento domiciliare.

L’attenzione resta alta: sicuramente fa piacere leggere finalmente notizie positive sul calo dei contagi e dei ricoveri, ma è proprio questo il momento in cui bisogna fare un ulteriore sacrificio ed evitare di uscire di casa e avere contatti con altre persone. È importantissimo restare in casa, ora più che mai, per sconfiggere definitivamente il coronavirus, come sottolineato dallo stesso Borrelli in conferenza stampa.
In totale sono state colpite dal Covid-19 ben 143.626 persone in Italia (comprensivi delle vittime e dei guariti).

/// Il 5G fa davvero male? Cosa c’entra col coronavirus? ///

/// Il picco è già stato raggiunto attorno al 20 marzo! I dati sono eloquenti ///

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Seguiteci anche su facebook dove pubblichiamo tanti aggiornamenti interessanti in tempo reale!