Home > Meteo News > Violento temporale MCS sta colpendo il nord, esonda il Seveso a Milano

Violento temporale MCS sta colpendo il nord, esonda il Seveso a Milano

by Raffaele Laricchia
24 Luglio 2020 - 9:03

Come ampiamente previsto il nord Italia sta facendo i conti con una severa fase di maltempo dovuta all’ingresso di aria più fresca da nord-ovest (dalla Francia). Il forte contrasto tra aria fresca e aria più calda e umida presente in pianura Padana ha dato vita ad un forte temporale nel cuore della Lombardia, in nottata: questo temporale si è rapidamente evoluto nelle ultime ore in un sistema temporalesco MCS (Mesoscale Convective System) che ha scatenato forti piogge, grandinate e intense raffiche di vento.

Il vasto temporale è ben visibile dal satellite e sta coinvolgendo tre regioni: Lombardia, Trentino e Veneto. Questo si muove verso est, quindi coinvolgerà nei prossime ore anche le coste venete e Friuli Venezia Giulia.

La parte più potente del temporale ha colpito in pieno la Lombardia centro-orientale, soprattutto milanese, bresciano e bergamasco. Anche Milano ha fatto i conti col maltempo estremo: forti raffiche di vento ed un nubifragio quasi interminabile hanno attanagliato il capoluogo lombardo per diverse ore con tutti i disagi del caso.
Oltre ai numerosi allagamenti, segnaliamo anche l’esondazione del Seveso attorno alle 07.30: acqua e fango hanno invaso viale Fulvio Testi e Ca’ Granda. L’intensità del nubifragio è stata estrema come dimostrato dai “rain rate” di oltre 400 mm/h registrati in zona Lambrate e San Siro. Il video dell’esondazione del Seveso:

Milano, esonda il torrente Seveso

Milano, esonda il torrente Seveso

Pubblicato da Corriere della Sera su Giovedì 23 luglio 2020

La situazione è in graduale miglioramento grazie allo spostamento del temporale verso est. Nella foto vi mostriamo la shelf cloud di questo vastissimo temporale MCS, vista dal Veneto.

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Seguiteci anche su facebook dove pubblichiamo tanti aggiornamenti interessanti in tempo reale!

A cura di Raffaele Laricchia