Scomparsa nave a largo del Giappone, investita da tifone Maysak

4 Settembre 2020, ore 12:35

Una nave battente bandiera panamense ha fatto perdere le sue tracce nei giorni scorsi a largo del Giappone.

Con tutta probabilità l’imbarcazione è stata travolta e affondata dalla furia del tifone Maysak, un uragano che ha raggiunto forza 4 che si è abbattuto sul mare cinese orientale, con venti superiori ai 200 km/h.

Sulla nave vi erano 43 membri di equipaggio e circa 6.000 capi di bestiame. La guardia costiera ha tratto in salvo un unico superstite, un filippino, che era rimasto in acqua per un giorno e mezzo. Per ora non ci sono altri dettagli sulla scomparsa della nave.

Le ricerche sono partite immediatamente dopo l’SOS lanciato dalla nave, che in quel momento si trovava nel Mare cinese orientale, a circa 200 chilometri dall’isola nipponica di Amami Oshima, a sud-ovest dell’arcipelago. La nave cargo, lunga 134 metri, aveva bordo 39 filippini, due neozelandesi e due australiani, ed era partita dalla città neozelandese di Napier, diretta a Tangshan, in Cina, per un viaggio della durata complessiva di 17 giorni.