Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Meteo: potente anticiclone sull’est Europa, Italia sarà bersaglio del maltempo

Meteo: potente anticiclone sull’est Europa, Italia sarà bersaglio del maltempo

by Raffaele Laricchia

L’ennesimo fine settimana perturbato è ormai alle porte: una forte perturbazione nord atlantica porterà un sensibile guasto tra domani e lunedì soprattutto sulle regioni nord-orientali e sul centro-sud. Questa prima decade di ottobre si sta rivelando particolarmente carica di piogge e fenomeni a tratti molto abbondanti e dannosi, come da tempo non succedeva. Una delle cause di questa situazione statica la troviamo sull’est Europa: tra Russia europea, mar Nero e Kazakistan si è instaurato un  vasto anticiclone di blocco, ovvero un’alta pressione fossilizzata su quei territori che assume le caratteristiche di un vero e proprio “muro“, in grado di bloccare le perturbazioni provenienti da ovest.

Questo “anticiclone di blocco” è una delle cause per cui l’aria umida e instabile atlantica si riversa nel Mediterraneo e  staziona per tempi più prolungati, favorendo la nascita di piogge intense e talvolta dannose.
Questa disposizione delle figure bariche si farà sentire nuovamente tra domani e la prossima settimana, quando altre perturbazioni attraverseranno la nostra penisola dando luogo a temporali forti e soprattutto persistenti, in grado di generare piogge a tratti eccezionali.

LUNEDI’ CON RISCHIO FENOMENI ESTREMI | L’inizio di settimana si rivelerà molto instabile sulle regioni meridionali: il Mediterraneo centrale diverrà una fucina di temporali intensi e persistenti. L’aria fredda nord-atlantica si fionderà sin verso Algeria e Tunisia dove solleciterà importanti masse d’aria più miti ed instabili a risalire verso l’Italia e i Balcani. Il forte contrasto sarà determinante per la nascita di vasti sistemi temporaleschi sul Canale di Sicilia, pronti a colpire Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia centro-meridionale.
Questi temporali daranno luogo a piogge estese e forti, con locali accumuli superiori ai 100 o 150 mm. Tra le zone più a rischio messinese, catanese, ennese, nisseno, siracusano, ragusano, reggino, crotonese, catanzarese, metapontino, tarantino, barese, brindisino e leccese.

ANCORA MALTEMPO IN SETTIMANA | Dopo il transito di questa forte perturbazione tra lunedì e martedì, il tempo tornerà a peggiorare ancora una volta nel prosieguo di settimana. Un’altra perturbazione nord atlantica si dirigerà sul centro-nord tra mercoledì e venerdì, portando una notevole dose di piogge e temporali, oltre che neve in montagna.

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Seguiteci anche su facebook dove pubblichiamo tanti aggiornamenti interessanti in tempo reale!

A cura di Raffaele Laricchia