Home > Salute, scienze e tecnologie > Covid-19 | Ufficiale il nuovo DPCM del 13 ottobre: restrizioni dalle feste allo sport

Covid-19 | Ufficiale il nuovo DPCM del 13 ottobre: restrizioni dalle feste allo sport

by Raffaele Laricchia

Ora è ufficiale: nella notte il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro della Salute, Roberto Speranza hanno firmato il nuovo DPCM contenente le nuove misure per contenere il drastico aumento dei casi di contagio da sars-cov-2. Le nuove misure, che andremo a vedere più avanti, saranno valide per i prossimi trenta giorni a partire da oggi.

FESTE E MATRIMONI | Vietate le feste al chiuso e all’aperto, mentre è possibile ricevere in casa fino a un massimo di 6 persone (con obbligo di mascherina in caso di persone non conviventi). Chiuse sale da ballo e discoteche, sia al chiuso che all’aperto.
Le cerimonie civili o religiose come i matrimoni saranno consentite ma con restrizioni importanti: è consentita la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti.

MOVIDA | Bar e ristoranti dovranno chiudere alle 24, mentre dalle 21 sarà vietato consumare in piedi: potranno essere serviti solo i clienti ai tavoli, sia al chiuso che all’aperto. Sono consentite fiere e congressi nel rispetto delle norme vigenti (obbligo di mascherina e distanziamento sociale).

OBBLIGO DI MASCHERINA | È obbligatorio avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine), nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi. L’obbligo è valido per l’intero territorio nazionale.
Dall’obbligo è escluso chi fa attività sportiva, i bambini sotto i 6 anni, i soggetti con patologie e disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. Viene inoltre “fortemente raccomandato” l’utilizzo dei dispositivi “anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi.

CINEMA E CONCERTI | Gli spettacoli sono consentiti con un limite di 200 partecipanti al chiuso e 1000 all’aperto. Obbligatoria la distanza di almeno un metro tra un posto e l’altro. Sono sospesi gli eventi che implichino assembramenti se non è possibile mantenere le distanze.

STADI | Consentita la presenza di pubblico negli stadi con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori all’aperto. Per gli stadi chiusi il limite massimo è di 200 persone. Va garantita la distanza di sicurezza tra i posti a sedere e la misurazione della febbre all’ingresso.
Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il ministro della salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti.

SPORT | Vietate tutte le gare e competizioni sportive di contatto aventi carattere amatoriale, come il calcetto. Gli sport di contatto sono consentiti da parte delle società professionistiche o dilettantistiche riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e dal Comitato italiano paralimpico (CIP), nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi.

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Seguiteci anche su facebook dove pubblichiamo tanti aggiornamenti interessanti in tempo reale!

A cura di Raffaele Laricchia