Home > Salute, scienze e tecnologie > Artico in crisi, ghiacci mai così male ad ottobre!

Artico in crisi, ghiacci mai così male ad ottobre!

by Raffaele Laricchia

Il 2020 rischia di diventare un anno nero per i ghiacci dell’Artico: dopo il pesante deficit di settembre che ha mostrato una tra le più basse estensioni di sempre, il mese di ottobre non è andato meglio. La situazione è addirittura peggiorata tanto che mai come quest’anno il mese di ottobre si era rivelato così critico per l’Artico.

I dati satellitari del 21 ottobre 2020 indicano che ci sono 584.000 km quadrati di ghiaccio in meno rispetto ad un anno fa, praticamente una superficie grande come la Spagna. I numeri diventano ancor più tragici se consideriamo la media 1970/1979: rispetto a 40-50 anni fa mancano all’appello ben 4 milioni di km quadrati, ovvero una superficie grande quanto metà Europa.

Estensione dei ghiacci artici. Il 2020 a confronto con altre annate storiche e le medie decennali

La situazione più critica è sul versante siberiano del Polo nord, tra i mari di Kara, Laptev e il mare della Siberia orientale. In queste regioni il ghiaccio è praticamente scomparso e le temperature sono in sopramedia ininterrotto da ormai molte settimane. Nei primi 20 giorni di ottobre l’anomalia termica è addirittura superiore ai 10°C (immagine in alto a corredo dell’articolo), la quale è una diretta conseguenza dell’assenza di ghiaccio.
Per il momento l’estensione dei ghiacci artici è la più bassa di sempre nel mese di ottobre, con la speranza che il rinforzo del vortice polare attualmente in atto possa rinvigorire i ghiacci nelle prossime settimane.
///MONITORAGGIO DEI GHIACCI ARTICI E ANTARTICI — tabelle aggiornate QUI ///

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!

A cura di Raffaele Laricchia