Home > Salute, scienze e tecnologie > Botti di capodanno: centinaia di uccellini morti a Roma

Botti di capodanno: centinaia di uccellini morti a Roma

by Francesco Ladisa

L’emergenza sanitaria di questo capodanno non ha fermato purtroppo i consueti botti, sparati in tutta Italia da nord a sud in barba ai divieti e alle restrizioni anti-covid.

Un’abitudine che purtroppo ogni anno provoca conseguenze (anche gravi) non solo alle persone ma anche e soprattutto a tanti animali, compreso i nostri amici a quattro zampe. Ne è prova quanto successo questa notte a Roma (ma temiamo possa essere accaduto anche in altre zone d’Italia), dove le esplosioni dei botti di capodanno hanno ucciso tantissimi uccellini.

Il frastuono ha molto probabilmente spaventato i numerosi storni (piccoli uccellini neri) che popolano gli alberi di molte zone della capitale da settimane, portandoli a schiantarsi anche contro i fili dell’alta tensione presenti nel centro di Roma. Segnalazioni e foto sono arrivate soprattutto dalla zona di Via Cavour, Stazione Termini, dove addirittura centinaia di uccelli sono morti e hanno invaso le strade, come testimoniano le immagini pubblicate sul sito Welcome to Favelas.

A cura di Francesco Ladisa