Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo, il gelo invaderà l’est Europa nei prossimi giorni: inizia il vero inverno?

Previsioni meteo, il gelo invaderà l’est Europa nei prossimi giorni: inizia il vero inverno?

by Raffaele Laricchia
4 Gennaio 2021 - 17:56

Gelo e neve verso l’Est Europa entro metà mese. Stratwarming determinante nella seconda parte di gennaio e febbraio. Arriva il gelo in Italia? Le previsioni meteo appena aggiornate.

Il riscaldamento della stratosfera di cui vi parlammo ampiamente a fine dicembre in questo articolo è già ampiamente iniziato e proseguirà anche nei prossimi giorni causando effetti sempre più vistosi nei piani alti dell’atmosfera. Quanto vi dicemmo la scorsa settimana resta tutto pienamente confermato, anzi, le possibilità di un gennaio davvero dinamico e freddo aumentano sempre più.

Ci teniamo però a precisare un particolare: quanto stiamo assistendo ora e quanto osserveremo nel corso dei prossimi 10/15 giorni non è assolutamente frutto del riscaldamento stratosferico, bensì di dinamiche legate strettamente alla troposfera. Il vortice polare troposferico è infatti già di per sé piuttosto debole quest’anno e le irruzioni fredde verso le basse latitudini, come il Mediterraneo, non sono certamente mancate nel mese di dicembre.
Gli effetti dello stratwarming (sempre se dovessero concretamente propagarsi in troposfera) andranno a distruggere ulteriormente il vortice polare, favorendo ancor di più irruzioni gelide verso l’Europa ed il Mediterraneo grossomodo nella seconda metà di gennaio e nel mese di febbraio.

Stratwarming eccezionale in atto – Venti zonali (da ovest verso est) in forte indebolimento e innesco dei venti anti-zonali (da est verso ovest). Questa situazione potrebbe favorire maggiormente la discesa de gelo dalla Russia e dalla Siberia verso l’Europa.

GELO IN ARRIVO NELL’EST EUROPA | L’anticiclone russo-siberiano di pregevole fattura che si sta sempre più consolidando ad est degli Urali non starà certamente ad attendere le dinamiche stratosferiche. Parte di quell’aria gelida, infatti, tenderà gradualmente a scivolare verso ovest tanto da approdare dapprima sulla Russia europea e successivamente su Scandinavia ed est Europa (entro il 10/14 gennaio 2021).
Questo scenario è confermato al momento da tutti i modelli matematici e finanche dalla media dei oltre 30 scenari (perturbazioni con errori intrinsechi) del modello americano GFS. Insomma potremmo dire che il forte raffreddamento dell’est Europa è sempre più certo entro i prossimi dieci giorni, almeno per quel che riguarda Russia, Scandinavia, Ucraina, Bielorussia e Paesi Baltici.

Media ENS GFS per metà gennaio – Confermato il forte raffreddamento dell’est Europa (temperature a circa 1400 metri di quota)

GELO E NEVE ARRIVERRANNO IN ITALIA? Impossibile dirlo al momento, ma è chiaro che con un serbatoio d’aria gelida nel Vecchio Continente le possibilità di un’irruzione molto fredda sulle nostre regioni aumentano sensibilmente.
Gli ultimi aggiornamenti mostrano i primi scenari interessanti proprio verso la metà di gennaio, quando parte di quell’aria gelida potrebbe scivolare sin verso l’Italia ed in particolare verso centro-sud e regioni adriatiche, approfittando di un rinforzo dell’anticiclone delle Azzorre sull’Europa occidentale.
Per il momento si tratta solo di ipotesi, pertanto è impossibile affermare l’arrivo di gelo e neve a metà gennaio. Seguiteci nei prossimi aggiornamenti per non perdervi nuove importanti novità!

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!