Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Previsioni meteo: rapida sferzata fredda domani, poi venerdì neve a bassa quota al centro-sud

Previsioni meteo: rapida sferzata fredda domani, poi venerdì neve a bassa quota al centro-sud

by Raffaele Laricchia
13 Gennaio 2021 - 18:18

Primo assaggio freddo domani sull’Adriatico, poi venerdì maltempo e neve a bassa quota. Le previsioni meteo.

Siamo ormai alle porte di un’importante parentesi invernale nel Mediterraneo, ad opera di correnti decisamente fredde provenienti dalla Russia. L’anticiclone siberiano ha traghettato sin sull’est Europa grosse quantità d’aria gelida nei bassi strati, con temperature al suolo inferiori ai -30°C (sulla Russia europea). Addirittura si sfiorano picchi di -40°C sugli Urali oggi pomeriggio.

L’aria fredda pian piano dilaga verso ovest e proprio in questi minuti sta venendo a contatto con una vasta irruzione d’aria artica arrivata in Europa dalla Groenlandia: sarà proprio questa perturbazione a lambire l’Italia domani e a portare tanto freddo e locali nevicate nel week-end.

PRIMO ASSAGGIO DOMANI | Il fronte freddo di questa perturbazione artica, la quale diventa sempre più gelida col passare dei minuti grazie al contributo del gelo russo che avanza inesorabilmente verso ovest, attraverserà il mar Adriatico domani tra pomeriggio e sera, portando dei fenomeni e soprattutto un calo delle temperature su gran parte del centro-sud.
Dunque domani, giovedì 14 gennaio, ci aspettiamo una mattinata ancora soleggiata, mentre dal pomeriggio rapido aumento delle nubi e piogge in arrivo su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.
Oltre alle piogge non mancherà qualcosa isolato temporale e, grazie al calo sensibile delle temperature, arriverà la neve fino in collina. I fiocchi bianchi potranno scendere sin verso i 300-400 metri su Abruzzo e Molise, 500-600 metri tra Puglia, Campania e Basilicata.
Tuttavia il peggioramento sarà molto rapido e già in tarda serata avremo un generale, ma momentaneo miglioramento del tempo.

video
play-sharp-fill

VENERDI’ IRRUZIONE FREDDA E NEVE A BASSA QUOTA | La giornata di venerdì 15 gennaio vedrà un nuovo marcato peggioramento ad opera di due differenti masse d’aria: da un lato avremo l’afflusso molto freddo proveniente dai Balcani (dove stazionerà la vasta perturbazione artica menzionata nel secondo paragrafo), dall’altro lato avremo una piccola perturbazione atlantica che, dopo aver attraversato la Francia, irromperà nel Tirreno dando vita ad una depressione.
Questa depressione si rinforzerà nettamente grazie all’aria fredda che dai Balcani scivolerà nel Mediterraneo: pertanto ci aspettiamo l’arrivo di precipitazioni diffuse su isole maggiori, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Calabria.
Grazie ad un ulteriore calo delle temperature la neve potrebbe scendere fino a bassa quota sul centro Italia e soprattutto su Campania, Basilicata e Puglia (localmente anche sotto i 300 metri).
Nulla da segnalare al nord ad eccezione di un forte calo termico a partire da venerdì.
NOTA BENE: la previsione per venerdì è ancora suscettibile di lievi modifiche, soprattutto sull’entità dei fenomeni e e delle zone colpite.

Per il week-end il gran freddo è confermato su tutta Italia, ma ci sono ancora incertezze riguardo l’arrivo di altre nevicate a bassa quota. Questa incertezza sarà chiarita domani in un altro articolo.

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!