Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Meteo: si avvicina la perturbazione artica, prime piogge e nevicate dal pomeriggio!

Meteo: si avvicina la perturbazione artica, prime piogge e nevicate dal pomeriggio!

by Raffaele Laricchia
14 Gennaio 2021 - 8:39

Ultime ore di stabilità, rapido peggioramento dal pomeriggio con neve in collina, poi domani altra perturbazione. Le previsioni meteo per oggi e domani.

Risveglio freddo, a tratti gelido, per tante località italiane soprattutto al centro-nord dove la colonnina di mercurio si è portata di diversi gradi sotto lo zero nella notte. Minime tra i -1 e -5°C in pianura Padana, valori simili anche nelle zone interne del centro Italia. Freddo anche al sud con minime mattutine vicine allo zero sulle aree interne e collinari.
Il tempo comunque si mantiene stabile con cieli sereni al nord e lato adriatico e nubi basse (senza piogge) sul medio-basso Tirreno.

Nelle prossime ore però la situazione è destinata a cambiare rapidamente: l’aria gelida che sta attraversando l’Europa inizierà a portare i suoi effetti anche nel Mediterraneo, seppur blandi. L’aria fredda in questi minuti sta impattando sul versante settentrionale delle Alpi, dove sta provocando nevicate abbondanti (perlopiù sul confine).
Tra pomeriggio e sera il “fronte freddo” riuscirà a penetrare nel mar Adriatico per poi raggiungere Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia: saranno queste le regioni che quest’oggi faranno i conti con locali acquazzoni, un calo marcato delle temperature e anche locali nevicate fino in collina (400-500 metri di altitudine tra Abruzzo e Puglia, oltre 600-700 metri altrove).
Il peggioramento sarà comunque piuttosto blando e rapido, tanto che dalla tarda sera avremo un generale miglioramento.

video
play-sharp-fill

Ma non finisce qui: domani ci sarà un nuovo peggioramento ad opera di una depressione proveniente dalla Francia che riuscirà ad interagire con l’aria fredda in discesa dai Balcani: ci aspettiamo un peggioramento inizialmente sulla Liguria orientale, Toscana ed Emilia occidentale (con neve a quote bassissime), dopodiché i fenomeni si sposteranno rapidamente su Lazio, Umbria meridionale, entroterra abruzzese, Campania, entroterra molisano, Basilicata, entroterra pugliese, Calabria e isole maggiori. La neve scenderà fino a bassa quota sul centro-sud (generalmente oltre 200-400 metri di quota).

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!