Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Previsioni meteo: intenso MALTEMPO nel week-end, si comincia da venerdì

Previsioni meteo: intenso MALTEMPO nel week-end, si comincia da venerdì

by Raffaele Laricchia

Tanta piogge, forti temporali e neve in montagna nel week-end. Fenomeni intensi sul lato tirrenico, salgono le temperature su tutta Italia.

Dopo la parentesi molto fredda ed il brevissimo ritorno dell’alta pressione l’Italia è nuovamente pronta a fare i conti con le perturbazioni atlantiche. Buona parte del gelo siberiano arrivato sull’est Europa si sta riversando in queste ore nell’Atlantico settentrionale dove sta donando nuova linfa alle vaste depressioni che caratterizzano questo tratto d’oceano.
Saranno proprio queste perturbazioni a muoversi verso l’Europa nel prosieguo di settimana e a riportare tanto maltempo su penisola iberica, Francia, Gran Bretagna, Germania e anche Italia.

I primi segni che certificano il ripristino delle umide correnti atlantiche sono tangibili al nord e sul lato tirrenico, dove si stanno affacciando nubi sempre più compatte e anche le prime deboli piogge (con fiocchi di neve in collina al nord). Va molto meglio invece sul lato adriatico e gran parte del sud.

WEEK-END PIENO DI MALTEMPO | Il tempo tenderà a peggiorare gradualmente nella giornata di giovedì sul centro-nord  e l’alto Tirreno, ma sarà la giornata di venerdì quella in cui irromperà con notevole intensità la nuova perturbazione atlantica.
Venerdì 22 le piogge saranno diffuse e localmente intense su Liguria, Toscana, Lazio, Sardegna; stesso discorso anche per buona parte del nord. La neve scenderà inizialmente in collina sul settentrione, mentre tra pomeriggio e sera la quota neve salirà rapidamente oltre i 1000 metri sull’arco alpino grazie all’arrivo di venti più miti di scirocco che causeranno un aumento delle temperature. Solo su Emilia occidentale, pavese, astigiano, alessandrino e cuneese potranno resistere nevicate fino a bassa quota. In alta montagna al nord (oltre i 1500 metri) le nevicate saranno molto abbondanti.

Tra sabato e domenica la perturbazione tenderà gradualmente ad indebolirsi al nord mentre ingloberà le regioni del Meridione dove potremo osservare piogge diffuse e locali forti temporali. Il clima sarà decisamente più mite rispetto ai giorni scorsi, tanto che la colonnina di mercurio potrà superare i 13-14°C  su Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia, coste della Campania e del Lazio.
Questo significa che la neve salirà di quota su tutto l’Appennino, anche oltre i 1700-1800 metri soprattutto tra venerdì e sabato, mentre tornerà a calare sui 900-1000 entro domenica.
Insomma per il momento dobbiamo dimenticarci del bel tempo e affidarci il più possibile all’ombrello nel prosieguo di settimana.

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!

A cura di Raffaele Laricchia