Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Allerta meteo della Protezione Civile: forte perturbazione con temporali e nubifragi, ecco i settori colpiti

Allerta meteo della Protezione Civile: forte perturbazione con temporali e nubifragi, ecco i settori colpiti

by Francesco Ladisa

Nella giornata di domani una perturbazione atlantica apporterà un marcato peggioramento delle condizioni meteo sull’Italia. Previste piogge e temporali anche di forte intensità sulle regioni centro-settentrionali, in particolar modo sulle regioni tirreniche e al nord-est, specialmente a partire dal pomeriggio.

Riportiamo di seguito l’allerta meteo della Protezione Civile e relativo bollettino meteo.

Maltempo: allerta arancione in Liguria, Emilia-Romagna e Toscana

21 gennaio 2021

Neve, pioggia e vento di burrasca al Centro-Nord

Una vasta area depressionaria, centrata sul Mare del Nord, abbraccia l’Europa centro-occidentale e nei prossimi giorni diversi impulsi perturbati di origine atlantica coinvolgeranno anche l’Italia. Nella giornata di domani una intensa perturbazione proveniente dalla Francia farà ingresso sul Paese, con fenomeni che interesseranno diffusamente il Centro-Nord; specie durante la seconda parte della giornata si prevedono precipitazioni localmente intense, anche temporalesche, nevicate intense sulle zone alpine e venti intensi dai quadranti occidentali.

L’avviso prevede dalla tarda serata di oggi, giovedì 21 gennaio, nevicate da sparse a diffuse, al di sopra di 800-1000 metri sulla Lombardia, in estensione a Veneto e Friuli Venezia Giulia, con apporti al suolo da moderati a elevati. Dalle prime ore di domani, venerdì 22 gennaio, si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Emilia-Romagna e Toscana, in estensione a Veneto, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Lazio e su Abruzzo e Molise, specie sui settori occidentali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Domani attesi, inoltre, venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con raffiche fino a burrasca forte, su Liguria, Emilia-Romagna e Toscana, in estensione a Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con mareggiate sulle coste esposte.                         

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, venerdì 22 gennaio, allerta arancione sulla Liguria di Levante, sul settore sud-occidentale dell’Emilia-Romagna e sul nord della Toscana. Valutata allerta gialla in Friuli Venezia Giulia, Marche, Umbria, Lazio, su settori di Liguria, Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise, Sardegna e restanti settori della Toscana.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it).

Previsioni meteo Venerdì 22 Gennaio 2021

Precipitazioni:

– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Friuli Venezia Giulia, Liguria centro-orientale ed alta Toscana, con quantitativi cumulati da elevati a puntualmente molto elevati;

– sparse, tendenti a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto di Liguria e Toscana settentrionale, Appennino emiliano, Lombardia orientale, Trentino, Alpi del Veneto, Umbria orientale e meridionale, settori interni di Lazio, Abruzzo, Molise e Campania settentrionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati, fino a puntualmente elevati su Appennino emiliano ed Alpi venete;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su tutte le restanti zone del Centro-Nord e su resto Campania, Puglia settentrionale e Basilicata occidentale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie sul Nord, sulla Sardegna e sui settori interni e tirrenici.

Nevicate: mediamente al di sopra di 1000-1200 m su tutti i settori alpini orientali, in locale calo nelle valli e su Trentino Alto Adige, con apporti al suolo da moderati ad abbondanti; a quote superiori ad 800-1000 m sul Piemonte, in locale calo fino a 300-500 m su basso Piemonte e entroterra ligure, con apporti al suolo da deboli a moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in generale aumento, localmente anche sensibile sulle regioni adriatiche.

Venti: da forti a burrasca sud-occidentali, con rinforzi fino a burrasca forte, su Sardegna, Liguria e Toscana, in estensione al Lazio e a tutte le zone interne appenniniche del Centro, dalla sera localmente anche sui settori adriatici di Abruzzo e Molise; tendenti a forti meridionali su tutte le restanti zone del Centro-Sud e sull’alto Adriatico, con raffiche di burrasca dalla sera.

Mari: agitati il Mar Ligure ed il Mar di Sardegna, tendente a molto agitato o localmente grosso il Mar Ligure in serata, tendente ad agitato il Tirreno, con possibili mareggati anche forti dal pomeriggio; molto mossi i restanti bacini, tendenti ad agitato dalla sera il Canale di Sardegna e l’Adriatico.

 

A cura di Francesco Ladisa