Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo, febbraio estremo: ondata di caldo la prossima settimana e poi gelo?

Previsioni meteo, febbraio estremo: ondata di caldo la prossima settimana e poi gelo?

28 Gennaio 2021, ore 19:25

Previsioni meteo ricche di novità per i prossimi giorni. In arrivo tanto maltempo, poi un forte aumento delle temperature fino a 20°C. Gelo siberiano nel corso di febbraio?

Febbraio si avvicina e come spesso succede si rivela il mese più gelido e nevoso per l’Europa grazie ad una serie di movimenti e scambi di calore al polo nord che spesso si verificano proprio nell’ultima parte dell’inverno.
Quest’anno la situazione è decisamente più “esplosiva” rispetto agli anni precedenti grazie ad un robusto anticiclone russo-siberiano che ha ormai preso pieno possesso di tutta la Russia e si accinge a creare scompiglio anche nel prossimo mese sul Vecchio Continente.

I prossimi giorni si preannunciano decisamente movimentati e altalenanti, soprattutto sul profilo termico: la nostra penisola vivrà fasi di maltempo, fasi più calde e altre più fredde tutto nell’arco di dieci giorni, dopodiché il gelo siberiano potrebbe mettere la freccia verso ovest e dilagare su gran parte dell’Europa (su quest’ultimo punto avremo modo di parlarne nei prossimi articoli in modo più approfondito).

GIORNI DELLA MERLA COL MALTEMPO | Come già vi anticipammo, i giorni della Merla, ovvero gli ultimi tre di gennaio, saranno molto instabili e ricchi di pioggia. Soprattutto i giorni di sabato e domenica vedranno un diffuso guasto meteorologico dapprima al nord e a seguire sul centro-sud, dove gli elementi salienti saranno pioggia e aumento delle temperature. Infatti le miti correnti di libeccio faranno impennare la colonnina di mercurio su gran parte della penisola ed in particolare al sud ed isole maggiori (fino a 16-17°C tra venerdì e sabato). Purtroppo la neve scenderà solo ad altissima quota in Appennino (1500-1800 metri) e in collina al nord.

BREVE CALO TERMICO A SEGUIRE | Tra domenica 31 gennaio e martedì 2 febbraio le temperature torneranno a scendere un po’ ovunque grazie ad aria più fredda proveniente dal nord Atlantico e al transito di un’altra perturbazione. Quantomeno in questa occasione la neve tornerà a scendere in Appennino a quote attorno ai 1000 metri.

ONDATA DI CALDO LA PROSSIMA SETTIMANA | Nella seconda parte della prossima settimana, tra mercoledì 3 e domenica 7, diventa sempre più probabile l’arrivo di una massa d’aria nettamente più calda dal nord Africa, capace di portare i termometri oltre i 20°C su molte località del centro-sud. La causa di questa improvvisa ondata di caldo anomalo per il periodo sarà la discesa di una perturbazione nord Atlantica in pieno oceano e sulla penisola iberica, la quale andrà poi a richiamare aria più mite verso l’Italia.

Andamento delle temperature a 1500 metri secondo 30 diverse elaborazioni. Evidente l’aumento delle temperature a inizio febbraio.

POI AVVEZIONE GELIDA DALLA RUSSIA | Ora siamo decisamente in là coi tempi, ma l’ondata di caldo sopra annunciata potrebbe improvvisamente battere in ritirata e lasciar spazio ad aria di gran lunga più fredda proveniente dall’est Europa. Al momento è praticamente impossibile effettuare una previsione per il Mediterraneo, ma a breve ci saranno movimenti importanti in sede polare che andranno a mettere in moto aria estremamente gelida dalla Siberia verso l’Europa: questi movimenti sono quasi confermati e quindi è presumibile attendersi un marcato raffreddamento del Vecchio Continente tra la fine della prima decade di febbraio e la seconda (indicativamente nel periodo 8-20 febbraio).

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!